rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
L'iniziativa / Centro

Peppino Impastato: Latina dedica una panchina e un murale al giornalista ucciso dalla mafia

La cerimonia nel Largo intitolato proprio a Peppino Impastato. Il sindaco Coletta: “È stato un momento emozionante e dal profondo significato, soprattutto per i più giovani"

Una panchina dedicata a Peppino Impastato e un murale che ritrae il giornalista ucciso a Cinisi dalla mafia nel 1978 e realizzato per Mad Museo d'Arte Diffusa dagli artisti Alessandra Chicarella e Fabrizio Gargano nell’ambito di un progetto promosso da Articolo Ventuno, Mad e Comune di Latina. C’è stata ieri mattina, mercoledì 22 giugno, nel Largo intitolato proprio a Peppino Impastato la cerimonia di inaugurazione; un'iniziativa che rafforza il percorso legato alla memoria dei giornalisti uccisi intrapreso dal Comune della città capoluogo. 

Una cerimonia particolarmente sentita a cui hanno preso parte oltre al sindaco di Latina Damiano Coletta anche il presidente della Provincia Gerardo Stefanelli, il vice prefetto Vicario Monica Perna, il questore Michele Maria Spina e il presidente della Federazione Nazionale Stampa Italiana Giuseppe Giulietti, oltre a una rappresentanza di studenti e studentesse delle scuole.

“È stato un momento emozionante e dal profondo significato, soprattutto per i più giovani - ha detto Coletta -. La città di Latina ha intrapreso un percorso di memoria per ricordare i giornalisti uccisi nell’adempimento del proprio dovere e Largo Peppino Impastato e Piazza Ilaria Alpi rappresentano i primi due luoghi simbolo di questo racconto. Quando è iniziata la nostra esperienza amministrativa dovevamo scegliere una frase identitaria e abbiamo scelto ‘Latina Città dei Diritti’. Oggi, ricordando Peppino Impastato, ricordiamo uno dei diritti fondamentali della nostra democrazia che è quello di informare ed essere informati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Peppino Impastato: Latina dedica una panchina e un murale al giornalista ucciso dalla mafia

LatinaToday è in caricamento