rotate-mobile
Attualità

Sanità, D’Amato: “Prorogati i contratti per il personale Covid”. Coinvolti 5mila operatori

Accordo siglato dalla Regione con i sindacati per la proroga fino al 31 dicembre del 2022 per il personale assunto per l'emergenza coronavirus. L’assessore: “La stagione post Covid deve essere caratterizzata da contratti a tempo indeterminato, il Governo adotti riforma”

E’ stato sottoscritto da Regione Lazio e sindacati, nell’ambito del prioritario rafforzamento del Sistema sanitario regionale, l’accordo che prevede la proroga fino al 31 dicembre del 2022 del personale assunto a tempo determinato per l’emergenza Covid.

“Un’accordo importante che riguarda una platea di circa 5 mila operatori sanitari e che risponde alla necessità di garantire i servizi assistenziali durante tutta la fase pandemica e l’erogazione dei servizi necessari per la gestione post pandemica. La stagione post-Covid deve essere caratterizzata da contratti a tempo indeterminato e il Governo deve adottare tale riforma. E’ inoltre necessario rivedere il parametro della spesa del personale fermo a 17 anni fa. Una vera e propria era geologica che non ha alcuna giustificazione” ha commentato l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

“Il ricorso alle assunzioni a tempo determinato ha permesso di fronteggiare la fase del Covid che ha colpito duramente la nostra Comunità – ha concluso D’Amato –. Ora non dobbiamo disperdere queste risorse preziose per tutto il sistema, ma valorizzare le professionalità acquisite eliminando le condizioni di precarietà”.

Nello specifico l’accordo prevede inoltre il rafforzamento della sanità territoriale, la prosecuzione dell’attività svolta dalle Unità Speciali di Continuità Assistenziale USCA e che la Regione provveda alla programmazione delle procedure concorsuali che dovranno anche prevedere nei bandi l’applicazione dei criteri di valorizzazione della esperienza acquisita.

"Come avevo già annunciato in diverse occasioni, la proroga dei contratti per il personale reclutato per l’emergenza sanitaria, oggi è realtà - commenta il presidente della Commissione Sanità della Regione Lazio -. Il rafforzamento del nostro sistema sanitario regionale dipende dal suo personale, che in questa emergenza ha lavorato in prima linea come non mai. Abbiamo quindi sottoscritto un accordo con le organizzazioni sindacali per prorogare fino al 31 dicembre 2022, i contratti del personale assunto a tempo determinato durante l’emergenza. L'obiettivo finale è quello di arrivare a una stabilizzazione definitiva, a tempo indeterminato, dei 5 mila operatori sanitari che hanno dato un contributo fondamentale e irrinunciabile. Senza di loro non avremmo mai potuto affrontare la pandemia e ottenere gli importanti risultati che sono sotto gli occhi di tutti" conclude Lena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, D’Amato: “Prorogati i contratti per il personale Covid”. Coinvolti 5mila operatori

LatinaToday è in caricamento