Attualità

Latina tre le ultime province in Italia per qualità della vita di bambini e anziani, meglio per i giovani

Le classifica del Sole 24 Ore sulla “Qualità della vita” declinata questa volta per i tre target generazionali

(immagine di archivio)

Latina tra le ultime province d’Italia per qualità della vita di bambini e anziani mentre va un pochino meglio per quanto riguarda quella dei giovani. E’ il quadro che emerge dallo studio condotto dal Sole 24 Ore sulla “Qualità della vita”, declinata questa volta per i tre target generazionali. Le classifiche sono state stilate sulla base di indicatori specifici e vedono quella pontina tra le ultime 30 province italiane (è 79esima su 107), per la qualità della vita dei bambini, tra le ultime 20 (è 87esima) per quella degli anziani e al 57esimo posto per quella dei giovani.

Dando uno sguardo generale, le tre classifiche vedono Cagliari distinguersi per essere una provincia a misura di bambino, Ravenna un luogo attraente per i giovani e Trento svetta per il benessere degli anziani (qui il dettaglio completo di tutte le classifiche). Gli indicatori, viene spiegato, sono stati selezionati per evidenziare particolari aspetti che influenzano la qualità della vita, appunto, di ognuna delle tre generazioni presa in considerazione. Ad ogni parametro è stato poi assegnato un punteggio per ciascuna provincia da 1000 a 0. E la classifica finale è il risultato della media dei punteggi conseguiti. Ne emerge un quadro nel quale, da Nord a Sud, i divari territoriali assumono purtroppo anche contorni generazionali.

Qualità della vita per i bambini

Per quanto riguarda la speciale classifica per la qualità della vita dei bambini, tra i parametri più bassi nella provincia di Latina figurano quelli dello “spazio abitativo” e delle “scuole accessibili”, per i quali il territorio pontino si classifica all’84esimo posto, e per i posti disponibili negli asili nido (79esimo posto); ma il dato peggiore è quello relativo al numero dei pediatri attivi ogni mille residenti di età inferiore ai 14 anni per il quale la provincia si piazza in 93esima posizione. Va meglio, invece per quanto riguarda la retta media degli asili nido, che vede Latina in 30esima posizione, e l’indice “sport e bambini” che indica il numero di scuole dello sport e di bambini tra i 6-14 anni che praticano attività sportive, per il quale la provincia è in 43esima posizione, due in meno rispetto invece al tasso di fecondità.

Qualità della vita per i giovani

Per quanto riguarda la qualità della vita per i giovani, la provincia pontina viene promossa per l’imprenditoria giovanile che la vede salire al 23esimo posto, mentre sprofonda per numero di amministratori che hanno meno di 40 anni (è all’84esimo posto) e per la categoria “concerti” che indica il numero di spettacoli ogni mille giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni.

Qualità della vita per anziani

L’ultima classifica è quella per la qualità della vita degli anziani: diversi i parametri che vedono la provincia di Latina in affanno: quello relativo al numero degli infermieri ogni 100mila abitanti, per il quale si piazza al 104esimo posto, quello per le biblioteche ogni 10mila residenti con più di 65 anni (99esima), per il numero di geriatri, sempre ogni 10mila residenti con più di 65 anni, (è 83esima), o per inquinamento acustico (è 90esima). La provincia pontina è poi al 24esimo posto per la “spesa per assistenza domiciliare” e al 35esimo posto per la “speranza di vita a 65 anni”. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latina tre le ultime province in Italia per qualità della vita di bambini e anziani, meglio per i giovani

LatinaToday è in caricamento