menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La città di Sabaudia verso un parco archeologico: la delibera di Giunta

L'obiettivo è creare un complesso museale all’aperto entro il quale raccogliere i diversi siti archeologici ricadenti nel comune

Un parco archeologicoSabaudia. Lo ha deliberato la Giunta comunale per perseguire l’obiettivo della tutela, della conservazione, della ricerca e della valorizzazione del patrimonio archeologico della città. L’idea prevede la costituzione di un complesso museale all’aperto entro il quale raccogliere, ai fini turistici e promozionali, i diversi siti archeologici che insistono sul territorio comunale e che rivestono una significativa rilevanza storica, come la Villa di Domiziano, la villa cosiddetta Casarina, il canale neroniano, la necropoli lungo la via Severiana; rilevanza avvalorata dalle peculiarità naturalistiche entro le quali essi sorgono e dal Parco Nazionale del Circeo che le ingloba a livello territoriale.  

La creazione del Parco Archeologico è un atto di responsabilità per il territorio e le sue meraviglie e vuole essere il primo passo dell’Amministrazione comunale per una completa valorizzazione delle aree in ottica culturale e turistica, a supporto e continuazione dell’importante attività portata avanti dalla Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per le province di Frosinone, Latina e Rieti”, ha commentato il sindaco Giada Gervasi. Il prossimo step sarà, dunque, la stipula di un protocollo d’Intesa con la Soprintendenza, attualmente responsabile dei siti e gestore delle aperture e delle visite agli stessi.  

È un progetto ambizioso in cui l’Amministrazione crede fortemente – continua il consigliere delegato ai percorsi culturali Francesca Avagliano – L’idea è di creare percorsi accessibili a tutti e ben segnalati, anche mediante l’utilizzo delle nuove tecnologie digitali, prestando altresì attenzione a modalità sostenibili e ‘slow’ per garantire la conservazione degli ambienti naturali, come ad esempio itinerari pedo-ciclabili, a cavallo, in battello ecologico e canoa. Prevista anche l’istituzione di una sede operativa che possa fungere anche da info-point e bookshop per la vendita di testi specifici, materiale divulgativo e merchandising”. L'altra ambizione è quella di far diventare il parco archeologico una buona prassi per tutto il territorio e l’apripista per la messa in rete dei diversi siti archeologi della provincia di Latina affinché si possa creare un sistema condiviso, un percorso unitario anche dal punto di vista promozionale e al contempo un volano per l’economia locale e nazionale. L’idea progettuale apre dunque al coinvolgimento di altre realtà locali, sia pubbliche che private, per la costituzione di un gruppo di lavoro composto da diversi professionisti per la realizzazione dell’intero progetti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento