Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità Sabaudia

Nuovo appello della preside di Sabaudia: "Lavori non conclusi, ora abbiamo bisogno di risposte"

Già lo scorso maggio la dirigente della scuola Montalcini aveva sottolineato il problema della mancanza di aule. Per ovviare alla necessità è stata usata la palestra. Ora restano fermi gli interventi per i nuovi campi sportivi

Un nuovo appello al presidente della Provincia di latina Gerardo Stefanello, dopo quello dello scorso maggio, arriva dalla dirigente dell'istituto Rita Levi Montalcini di Sabaudia, Miriana Zannella. La preside scrive ancora al presidente di via Costa sottolineando i progetti non ancora realizzati e le difficoltà che la scuola affronta quotidianamente.

"Non possiamo più aspettare - si legge nella missiva - Questo nostro appello infatti giunge al culmine di una situazione davvero “paradossale”: le promesse degli ultimi tre anni, in termini di progetti da realizzare nella nostra scuola non si sono rivelati più di semplici annunci. Già nello scorso mese di maggio 2022 avevamo cercato una prima interlocuzione con l'ente di via Costa in merito al progetto per la costruzione di due campetti per lo svolgimento delle attività sportive scolastiche, specialmente legate al nostro indirizzo sportivo. Dopo quasi un anno i lavori non sono ancora conclusi e i bidoni di resina che dovrebbero essere utilizzati per concluderli fanno bella mostra nel cortile dell'istituto esposti alle intemperie".

La dirigente della scuola secondaria di secondo grado ricorda che l'istituto sconta già il problema di non avere più a disposizione una palestra, sacrificata con per la creazione di nuove aule. "A tal proposito - rimarca - oramai molti mesi fa un altro annuncio è stato relativo allo stanziamento di un cospicuo finanziamento europeo per la costruzione di una nuova ala per il Levi Montalcini: ampi spazi ritenuti necessari per una popolazione studentesca in continua crescita grazie alla bontà della nostra offerta formativa e, col fine ultimo, di restituire dopo tanti sacrifici, la palestra agli studenti e alle studentesse, così come anche gli uffici alla segreteria didattica e l'aula professori ai miei docenti. Credo di non dire una falsità nell'affermare che siamo una delle pochissime scuole della provincia a non avere un'aula magna, costringendo i miei professori così come gli studenti ad 'elemosinare' spazi inusuali come il palazzetto dello sport o il salone parrocchiale. Mentre in questi mesi la scuola si è impegnata quotidianamente ad aggiornarsi grazie alle possibilità offerte dai finanziamenti del Pnrr per creare laboratori di realtà virtuale, con strumentazione all'avanguardia per le professioni digitali del futuro, la Provincia non fa altro che ritardare interventi che non possono essere più procrastinati. Ad essi - conclude la dirigente - si aggiunge per di più il problema emerso nelle ultime settimane nell'ambito delle attività del Laboratorio di chimica nel quale si accumulano i 'rifiuti speciali' prodotti, che invece dovrebbero essere affidati a soggetti aventi titolo a svolgerne lo smaltimento. Abbiamo chiesto tanti sacrifici ai nostri studenti, alle loro famiglie e ai docenti nella speranza che le istituzioni tutte facessero la loro parte. Sono stati presentati progetti senza che questi abbiano mai visto realmente l'inizio dei lavori. Ora abbiamo seriamente bisogno di risposte. Abbiamo sempre avuto fiducia come comunità scolastica nelle nostre istituzioni, e non vorremmo mai sentirle così lontane come ora. Presidente Stefanelli saremmo onorati di riceverla nella nostra scuola per prendere atto della situazione, portarci il suo conforto istituzionale e soprattutto delle risposte".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo appello della preside di Sabaudia: "Lavori non conclusi, ora abbiamo bisogno di risposte"
LatinaToday è in caricamento