Domenica, 20 Giugno 2021
Attualità

Scuole, quasi tutti i sindaci posticipano la riapertura. Qualche variazione sulle date

Nella maggior parte dei comuni pontini si torna sui banchi il 24 settembre, qualche eccezione per Fondi, Terracina e Sabaudia. Pochi i centri della provincia pronti per 14 settembre

Una decisione quasi unanime quella assunta dai Comuni della provincia pontina per il rientro in classe. La data stabilita per l’avvio dell’anno scolastico 2020/2021, secondo il calendario della Regione Lazio e nonostante le pressioni per uno slittamento a dopo il referendum del 20 e 21 settembre arrivate anche dalla Provincia di Latina, resta quella del 14 settembre. Quasi tutti i sindaci pontini in questi giorni hanno firmato le ordinanze per la sospensione delle lezioni fissando di fatto l’inizio delle attività nella maggior parte dei casi al 24 settembre e in altri, come Fondi e Terracina chiamate al voto anche per l’elezione dei sindaci e il rinnovo dei Consigli comunali, al 28 settembre. A Sabaudia, come si legge nel provvedimento firmato dal sindaco Giada Gervasi, viene disposta la riaperta il 22 settembre delle scuole primarie (esclusa quella di Borgo San Donato) e due giorni dopo delle secondarie di primo e secondo grado, delle scuole dell’infanzia e della stessa primaria di Borgo San Donato.

Fuori dal coro alcuni comuni come Priverno, Bassiano, Sonnino, Roccasecca dei Volsci, Lenola e Sperlonga dove si tornerà sui banchi il 14 settembre.

La decisione da parte dei sindaci pontini, tra cui quello di Latina Damiano Coletta, di posticipare l’avvio delle lezioni è stata presa al termine di una serie di confronti tra primi cittadini, non solo della provincia, ed anche in seguito alle richieste arrivate dai dirigenti scolastici. Diverse ancora le problematiche da risolvere nei diversi istituti della prvincia per adeguarsi alle disposizoni determoante dall'emergenza coronavirus. Si parte dalla carenza di organico del personale docente e Ata, la mancata consegna di tutti i banchi monoposto con la necessità di mettere in piedi protocolli alternativi - le linee guida dal Governo sono arrivate solo negli ultimi giorni -, interventi che sono ancora in corso in alcuni plessi, e la doppia sanificazione per il referendum del 20 e 21 settembre - e a Fondi e Terracina anche le elezioni amministrative.

“In queste settimane sono stati accelerati tutti i processi necessari per un avvio dell’anno scolastico in completa serenità e sicurezza; ciò nonostante permangono dei problemi che sono stati segnalati dalle istituzioni scolastiche” ha detto il presidente della Provincia Carlo Medici ieri nel corso della conferenza per la presentazione del protocollo tra Asl e ufficio scolastico sollevando anche l’attenzione sulla questione mascherine: richiedere dispositivi per 3750 studenti, ed in particolare mascherine chirurgiche, comporterebbe una spesa pesante da sostenere, non solo in termini economici ma anche ambientali. Un’altra questione che resta da affrontare. “Una scelta saggia e non difensiva” l'ha definita il sindaco Coletta quella di posticipare la ripresa delle lezioni, presa dopo un’attenta valutazione dei pro e dei contro e per arrivare ad una condizione ottimale di sicurezza sanitaria per studenti e personale.

Inizio posticipato nelle scuole pontine, Coletta: "Scelta saggia" - Il video

L’anno scolastico, partirà invece regolarmente, come detto, in alcuni comuni della provincia. “Le nostre scuole lunedì saranno pronte per accogliere i nostri ragazzi, in sicurezza e nel rispetto delle regole di prevenzione - ha spiegato il sindaco di Priverno Anna Maria Bilancia -, quindi non sarebbe stato possibile e tantomeno opportuno far slittare la ripresa di 10 giorni, dopo la lunga pausa che ha privato i nostri ragazzi di un diritto fondamentale come la scuola”. Stessa linea anche quella dei primi cittadini di Sonnino dove si stanno ultimando in questi giorni gli interventi nei diversi plessi, e di Roccasecca dei Volsci dove garantisce il sindaco Petroni “i plessi saranno pronti per lunedì, le aule sono spaziose e gli alunni siederanno ben distanziati”. “La scuola a Sperlonga inizierà regolarmente per bambini e ragazzi lunedì 14 settembre in piena sicurezza e nel rispetto delle precauzioni anti Covid-19" assicurano dall'Amministrazione.

La lettera del sidnaco di Bassiano ad alunni, famiglile e docenti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole, quasi tutti i sindaci posticipano la riapertura. Qualche variazione sulle date

LatinaToday è in caricamento