menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sermoneta, inaugurata la Summer School: gli studenti di Boston al Castello Caetani

Ad accogliere gli studenti americani i vertici della Fondazione Roffredo Caetani e il vice presidente della Regione Lazio Daniele Leodori

E' stata inaugurata ieri, 16 giugno, al Castello Caetani di Sermoneta l'edizione 2019 della Summer School del Mit di Boston che, per il secondo anno consecutivo, viene ospitata grazie alla partnership tra la prestigiosa università americana e la Fondazione Roffredo Caetani, al Castello. I quindici studenti di Boston sono stati accolti oltre che dal presidente della Fondazione Tommaso Agnoni, dal vice presidente della Regione Lazio, Daniele Leodori che nel suo intervento ha voluto ribadire con forza il plauso all'iniziativa e la volontà della giunta regionale di valorizzare il territorio del Lazio attraverso progetti culturali di altissimo livello come la Summer School ma anche investendo per favorire lo sviluppo turistico dei luoghi storici anche sul piano della fruibilità degli stessi. Tra i relatori, oltre ai docenti del Mit, anche il sovrintendente Francesco Di Mario e l'assessore all'urbanistica del Comune di Sermoneta, Gabriele Menossi. Al termine del meeting inaugurale i ragazzi sono stati poi salutati dagli sbandieratori dei rioni di Cori.

Da oggi gli studenti del Mit alterneranno momenti di studio nei laboratori allestiti all'interno del Castello Caetani a visite nei siti archeologici della provincia di Latina invitati dallo stresso dottor Francesco Di Mario della Soprintendenza Archeologica,  che nel suo intervento ha auspicato una collaborazione con l'università statunitense proprio sul tema della conservazione dell'importante patrimonio presente sul territorio pontino.

“La Fondazione Roffredo Caetani – ha affermato nel corso del suo intervento il presidente Tommaso Agnoni – avrà assolto al suo compito di valorizzazione del patrimonio storico, ambientale e culturale lasciato dalla famiglia Caetani, solo quando il Castello di Sermoneta, il Giardino di Ninfa, il parco di Pantanello e il complesso monumentale di Tor Tre Ponti, diventeranno definitivamente luoghi di studio, di cultura, di confronto tra le eccellenze del mondo accademico. Il ruolo che questi attrattori culturali rivestono sul piano turistico è fondamentale ma per noi non deve essere l'unica sfida. La Fondazione ha intenzione di continuare ad investire molto su questo aspetto e la vicinanza manifestata dal vice presidente della Regione Lazio, Daniele Leodori è motivo di orgoglio e lascia ben sperare che le istituzioni, anche quelle del territorio, si rendano conto dell'importanza che iniziative come queste possono avere anche per i nostri ragazzi, per le nostre università e le stesse scuole”.

Oggi pomeriggio i ragazzi e i docenti del Mit incontreranno gli esponenti dell'Ordine degli Architetti della provincia di Latina e i rappresentanti della Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio dell'Università La Sapienza di Roma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, giù i contagi: sono 50 in provincia ma con tre decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento