Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità Gaeta

In barca a vela alla scoperta di come cambia il mondo: un po’ della provincia di Latina nella spedizione nell'Artico

L’ITS Academy Caboto di Gaeta partner della spedizione insieme anche alla Lega Navale di Sperlonga. L’iniziativa dal titolo “Ambasciatori in Artico”

“Bisogna ripensare ad uno sviluppo sostenibile e considerare che l’Artico non è un luogo uguale agli altri, ma uno dei motori del clima del pianeta. A bordo della barca a vela ‘Moondance’ siamo partiti per scoprire quanta plastica c’è in mare e quanto si stiano trasformando gli habitat e la vita degli esseri viventi a causa del cambiamento climatico”: c’è anche un po' della provincia di Latina nella spedizione di un gruppo di esperti e volontari partito proprio alla volta di mete dove la plastica non dovrebbe esserci, ma dove il riscaldamento globale potrebbe manifestarsi in maniera più importante che in altre. 

Del gruppo fanno parte rappresentanti delle associazioni Gate to The Artic e Aipu, con il supporto del Dipartimento di Scienza della Terra e dell’Ambiente dell’Università Federico II di Napoli, dell’Istituto Oceanografico di San Diego, dell’Its Academy Giovanni Caboto di Gaeta e della Lega Navale di Sperlonga

Grazie a loro è nata “Ambasciatori in Artico”, una spedizione esplorativa di un team di esperti lungo la costa dell’isola di Biornoya, “un reportage di testimonianza - spiegano - di come siano in grado di cambiare i luoghi più estremi del pianeta Terra. Purtroppo, per condizioni meteomarine avverse e soprattutto per venti forti da est, la spedizione è stata costretta a cambiare rotta e navigare verso l’isola di Soroya, a est della Norvegia. Proprio seguendo l’esperienza di questa missione esplorativa si può comprendere davvero quanto il destino delle nostre vite e dei luoghi in cui abitiamo siano connessi tra loro e con le sorti del pianeta. Sono sempre più frequenti le manifestazioni e le richieste da parte dei cittadini perché le istituzioni riducano urgentemente la produzione di plastica e in modo drastico le emissioni di CO2. Tutto il pianeta è condizionato da questi elementi avversi e, se lo sentiamo in maniera ormai evidente a casa nostra, nelle zone dei poli questo cambiamento si sta manifestando addirittura tre volte più intensamente. Ogni anno in questi luoghi, come dicono gli esperti, perdiamo circa 250 gigatonnellate di ghiaccio, che equivalgono a dimensioni enormi paragonate ai grattaceli delle più grandi città del mondo”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In barca a vela alla scoperta di come cambia il mondo: un po’ della provincia di Latina nella spedizione nell'Artico
LatinaToday è in caricamento