menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Flora Fusco spegne cento candeline e diventa sindaco di Sperlonga per un giorno

Festa grande per la donna che ha vissuto un secolo di storia e che festeggia con quattro figli, nove nipoti e otto pronipoti

Oggi soffierà su cento candeline Flora Fusco, classe 1920, sperlongana doc e sarà anche sindaco per un giorno, titolo che le verrà consegnato dalla Giunta comunale.

Flora, o meglio zia Flora, come la chiamano tutti in paese, è nata nel centro storico di Sperlonga e ha vissuto una vita lunga un secolo facendo la sarta e occupandosi dei suoi quattro figli un maschio e tre femmine: Teresa e Antonietta sono divenute insegnanti ed hanno contributo nella formazione di diverse generazioni di sperlongani, mentre Franca e Domenico hanno intrapreso il percorso universitario diventati entrambi medici.

La sua memoria è piena di ricordi della storia di Sperlonga con la guerra e i soldati che saccheggiarono ogni luogo; un’epoca nella quale dove ancora non c’erano case ma soltanto prati incolti e strade non asfaltate e ci si muoveva soltanto a piedi o al massimo con un carretto. Ricorda ancora e racconta dei pescatori che rientravano a casa dopo una battuta di pesca e tiravano le barche sulla riva così e rievoca la festa patronale e le lunghe processioni sulla spiaggia.

Oggi dunque la festa sarà tutta per lei che, circondata dall’affetto dei figli, dei nove nipoti e degli otto pronipoti soffierà sulle candeline anche in compagnia del Comitato centro anziani e della Giunta comunale che per l’occasione la omaggerà del titolo di Sindaco per un giorno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento