rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Per l'estate / Terracina

Tartarughe caretta caretta sul litorale di Terracina: l’impegno dei volontari di Legambiente

La squadra di “tartawatchers” pronta alla nuova stagione volta alla tutela e alla cura delle tartarughe marine. Tutte le attività in campo

Con l'arrivo della stagione estiva riprende anche l’impegno del circolo Legambiente di Terracina con la sua squadra di volontari “tartawatchers”. Nella scorsa stagione, infatti, anche il litorale pontino e quello laziali sono stati tra i preferiti dalle tartarughe caretta caretta per i loro nidi. 

E sono iniziate dal 15 giugno tutte le attività previste sul litorale, con il monitoraggio mattutino sulle spiagge alla ricerca di tracce, la distribuzione lungo tutto il lungomare dei cartelli di TartaLazio “Occhio alle Tracce” e le attività di sensibilizzazione degli stabilimenti balneari a cui è indirizzata la campagna nazionale di Legambiente “Lidi Amici delle Tartarughe” con la sottoscrizione del protocollo Tartalove e con la predisposizione di tutta la strumentazione per la vigilanza dei nidi da remoto, inclusa la webcam, in attesa di eventuali nidi. 

“Durante la campagna 2022 - spiegano dal Circolo di Terracina - consegneremo ai lidi che hanno ospitato l’anno scorso i nidi di caretta caretta, ovvero Azienda Speciale del Comune di Terracina, Sirenella Beach, Onda Marina, una targa di benemerenza di Legambiente-Tartalove per il loro impegno nella tutela e salvaguardia di questa specie protetta e oggi in pericolo”. Lo stesso Circolo Legambiente di Terracina ha partecipato poi, come formatore, ai due weekend di formazione di TartaLazio svoltesi a marzo presso il Parco del Circeo e il Castello di Santa Severa raccontando tutta l’esperienza entusiasmante dell’estate 2021 con ben 3 nidi a Terracina e con 171 carettine condotte amorevolmente in mare anche grazie ai volontari dell’associazione.

La squadra quest’anno si struttura con un coordinatore, Annalaura Rossi, che opera interfacciandosi con Tartalazio, affiancata da Patrizia Pagliaroli, e una squadra operativa composta da: Anna Giannetti, Marta Minà, Alberta Franceschini, Regina Scattola, Marcello Di Lello, con il nuovo ingresso della giovane Aurora Azzola. Inoltre anche quest’anno Legambiente ha attivato il servizio Sos Tartarughe, un numero unico per raccogliere le segnalazioni di tracce, nidi o il rinvenimento di piccoli di tartaruga sui litorali italiani. Un invito a cittadini, turisti e bagnanti a mobilitarsi in modo semplice, inviando un messaggio WhatsApp o un SMS al 349 2100989.

Tutte le informazioni sulla campagna nazionale “Tartalove” e la campagna di adozione si possono trovare su https://www.legambiente.it/tartalove/ . “Quando si effettua un’adozione simbolica si riceve un apposito certificato in formato PDF che riporta i dati di chi ha effettuato la donazione, il nome e la foto della tartaruga scelta e la descrizione di ciò che viene fatto a tutela della specie protetta.  Il sostegno minimo richiesto è di 25 euro e tutte le donazioni sono deducibili dalla dichiarazione dei redditi”. Nel pomeriggio del 28 giugno in programma, nella sede Anmi, a cura del Circolo, la presentazione di tutta l’esperienza Tartawatchers a Terracina, in occasione dell’evento “20 miglia in Kayak da Terracina a Gaeta, per un mare sicuro e per la tutela delle specie marine protette”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tartarughe caretta caretta sul litorale di Terracina: l’impegno dei volontari di Legambiente

LatinaToday è in caricamento