Si avvera il sogno di Sarah: a 9 anni duetta con Fiorella Mannoia all'Auditorium di Roma

La bambina è di Terracina. Ieri sera, 29 luglio, era andata al concerto della cantante con un cartello in mano in cui chiedeva di poter cantare con lei

Foto: pagina Facebook "Sei di Terracina se."

Il sogno di Sara, 9 anni, si è avverato. Era partita da Terracina per andare al concerto di Fiorella Mannoia in programma ieri sera, 29 luglio all'Auditorium di Roma, con un cartello preparato: "Fiorella, posso cantare 'Che sia benedetta' insieme a te? Ti voglio bene, Sara" e per tutta la sera lo ha mostrato sperando di attirare l'attenzione della cantante. Alla fine la sua tenacia l'ha premiata e la piccola Sara è riuscita nel suo intento. A raccontare questa bella storia è il gruppo Facebook "Sei di Terracina se." (Foto dalla pagina).

concerto mannoia-2

Quando ormai le speranze stavano venendo meno, arriva il brano tanto atteso. Sara, che da tempo studia canto, si fa coraggio e alza di nuovo il suo cartello, si fa avanti e Fiorella Mannoia la chiama sotto il palco, intona le prime note della canzone e poi le passa il microfono. La bambina comincia a cantare e in un istante incanta tutto il pubblico dell'Auditorium, compresa la cantante che non nasconde l'emozione. Un'esperienza straordinaria che certamente non sarà dimenticata dalla ragazza. Il video di questo commovente momento è stato pubblicato sulla pagina Facebook di Fiorella Mannoia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

Torna su
LatinaToday è in caricamento