rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Attualità

Trasporti, disagi per gli studenti dei borghi: petizione per modificare orari e fermate dei bus

L’appello a Comune e Csc da parte del comitato dei genitori di Sabotino, Santa Maria e Bainsizza: “Una situazione che rende difficile l’arrivo presso gli istituti e il rientro dei ragazzi a casa”. Le proposte avanzate

Disagi per gli studenti che usano i mezzi pubblici: è il comitato di genitori dei borghi Sabotino, Santa Maria e Bainsizza ad accendere i riflettori sui problemi legati al trasporto pubblico che collega le stesse frazioni di Latina alle scuole superiori della città.

Problemi, legati soprattutto alla coincidenza degli orari dei mezzi con l’ingresso e l’uscita da scuola, che sono stati tutti raccolti in una petizione che conta già centinaia di firme, e che è stata portata all’attenzione del sindaco Coletta, del dirigente dell'Ufficio Mobilità Daniela Prandi e del gestore del servizio, la Csc mobilità.

Un documento in cui sono contenute sia le problematiche di ogni giorno per gli studenti che devono raggiungere le scuole superiori, sia una serie di proposte di soluzioni. “Si pone il problema - si legge - che gli autobus in servizio non seguono gli orari di entrata ed uscita degli studenti dagli istituti ed altri non effettuano fermate in vicinanza delle scuole, rendendo difficile l’arrivo presso gli istituti scolastici e il rientro dei ragazzi al domicilio. Gli studenti che non risiedono al centro dei borghi, negli orari di uscita delle 11.40, 12.40, 14.20 non hanno corse per tornare al proprio domicilio; gli orari delle partenze sono rimasti quelli antecedenti ai cambiamenti effettuati dagli istituti per emergenza Covid19”.

L’attenzione del comitato viene puntata in particolare sul bus 203 per il quale vengono avanzate delle richieste di soluzioni; tra queste di inserire nel percorso una fermata vicino al liceo scientifico Majorana, una vicino all’istituto Vittorio Veneto e una preso il liceo classico Dante Alighieri, di inserire corse con partenza alle 11.50, alle 12.50 e alle 14.50, di anticipare di dieci minuti la partenza delle 14.10 e di posticipare sempre di 10 minuti quelle delle 8.10 e delle 6.30. “Gli orari richiesti sono strettamente correlati all’aggiunta delle fermate descritte” si legge ancora nel documento in cui si sottolinea anche che “i ragazzi che viaggiano con il 203 non possono arrivare alle autolinee e cambiare autobus per raggiungere le varie scuole, perché provengono da un lungo ed estenuante tragitto”.

Altro percorso preso in considerazione dal comitato è quello di Bainsizza per il quale viene richiesto di anticipare di 15 minuti la partenza delle 7 e di posticipare di 10 minuti le partenze delle 12.40 e delle 13.40 come anche la possibilità di incrementare un autobus alle 6.45 per “sopperire all’alta densità di utenza e garantire il diritto alla mobilità e allo studio della cittadinanza e agli studenti”.

Un analogo discorso viene fatto anche per la linea F per la quale si chiede di inserire una corsa alle 13. Vengo poi segnalate due fermate perché ritenute pericolose e che mettono a repentaglio la sicurezza delle persone, quella all’incrocio tra strada Santa Maria e via Monfalcone e quella tra via Sabotino e via Medusa, e di aggiungere una fermata Strada Astura.

La speranza del comitato è dunque quella di essere ascoltato e che l’Amministrazione possa andare incontro alle sue richieste. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti, disagi per gli studenti dei borghi: petizione per modificare orari e fermate dei bus

LatinaToday è in caricamento