Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

Vaccini, nel Lazio richiami AstraZeneca anticipati. Ok alla seconda dose con consenso informato per gli under 60

Richiami anticipati per gli over 60. Zingaretti sulla seconda dose AZ per chi ha meno di 60 anni: “Bene l’indicazione del Governo a favore della vaccinazione eterologa, ma che lascia possibilità di scelta con parere medico e consenso informato per coloro che devono fare la seconda dose”

Un piano per anticipare i richiami AstraZeneca per le persone con età superiore ai 60 anni, e somministrazioni di Moderna anche in farmacia. Preme ancora sull’acceleratore il Lazio che non vuole far rallentare la campagna vaccinale contro il coronavirus nonostante le ripercussioni legate allo stop alla fien della scorsa settimana all’uso di AstraZeneca per gli under 60 e ad alcune defezioni da parte dei cittadini per il mix eterlogo.

Importanti novità sono state annunciate ieri dall’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato nel bollettino diffuso come sempre al termine della videoconferenza della task-force regionale Covid-19. “Pronto il piano per anticipare i richiami Astrazeneca per gli over 60 di agosto a luglio, in recepimento delle indicazioni dell’Ema”; l’obiettivo, è stato spiegato, è proprio quello di completare il percorso vaccinale per quella fascia di popolazione che rientra tra quelle più a rischio.

Intanto il Ministero della Salute ha diramato la circolare che mette nero su bianco la possibilità, per gli under 60 che hanno ricevuto la prima dose di vaccino AstraZeneca e rifiutano la seconda con Pfizer o Moderna, di completare il ciclo vaccinale con lo stesso AstraZeneca, previo colloquio medico e dopo la firma di un modulo di consenso informato, così come anticipato ieri nel corso di una conferenza stampa dal premier Mario Draghi. "L'eterologa funziona", ha detto il presidente del Consiglio, che ha sottolineato come questo percorso, per gli under 60 resta quello raccomandato; ma se c’è una persone in questa fascia di età che “per un motivo o per l'altro non vuole farlo - ha aggiunto -, è libera di fare la seconda dose di AstraZeneca purché abbia un parere del medico e il consenso informato e informato bene. La cosa peggiore da fare in quei casi è non farsi nessuna seconda dose".

Una posizione questa condivisa anche dalla Regione Lazio che già nei giorni scorsi aveva sottoposto la questione al Ministero della Salute. “Bene l’indicazione del Governo a favore della vaccinazione eterologa, ma che lascia possibilità di scelta con parere medico e consenso informato per coloro che devono fare la seconda dose - ha commentato il presidente Nicola Zingaretti -. Vengono raccolte così anche le nostre preoccupazioni, che avevamo segnalato, per avere una chiusura efficace e convinta della campagna vaccinale”. 

Ma ci sono anche altre novità per il Lazio; lo stesso D’Amato, infatti, ha fatto sapere che è “pronto a partire da luglio il piano di approvvigionamento nelle farmacie anche del vaccino Moderna oltre che del vaccino monodose J&J, che secondo l’ultimo rapporto di farmacovigilanza Aifa è quello con il più basso tasso di reazioni avverse”.

Per quanto riguarda il certificato vaccinale, infine, l’assessore ha comunicato che “tutti coloro che hanno completato il percorso vaccinale riceveranno un sms con le istruzioni per scaricare il certificato anche dalla piattaforma Lazioescape accessibile con il proprio codice fiscale e le credenziali ricevute via sms. Questo è un servizio in più che si aggiunge al fascicolo sanitario elettronico accessibile tramite spid".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, nel Lazio richiami AstraZeneca anticipati. Ok alla seconda dose con consenso informato per gli under 60

LatinaToday è in caricamento