Martedì, 23 Luglio 2024
Attualità Ponza

L'invasione dei romani, i locali a tutte le ore. Dopo lo stupro a Ponza esplode la rabbia dei residenti

Preoccupazione fra gli abitanti dell'isola, il sindaco chiede più controlli delle forze dell'ordine e maggiori verifiche sul personale stagionale

La stagione è iniziata e l'isola si popola come ogni estate. A Ponza comincia la movida, si riempiono i ristoranti, le barche dei diportisti affollano il porto, da traghetti e aliscafi sbarcano ogni fine settimana centinaia di turisti. La piccola isola pontina quintuplica i suoi abitanti. E i problemi di sicurezza sono inevitabilmente dietro l'angolo. E' già accaduto, accade ogni anno e ogni anno puntualmente si intensificano i controlli, come quelli che nei giorni scorsi hanno già portato a segnalare decine di persone per droga, fermate e controllate agli sbarchi in concomitanza con l'arrivo dei romani per il ponte di San Pietro e Paolo, e a sanzionare diversi locali per irregolarità nell'organizzazione di serate musicali e danzanti.

Ma quello che è accaduto domenica sera getta un'ombra più inquietante su questa stagione. La violenza sessuale a una 16enne da parte di un 34enne romano, approdato a Ponza per lavorare come cameriere stagionale, non ha precedenti e mette in allarme l'intera isola. Fra i residenti, profondamente scossi, serpeggia non poca preoccupazione. Il sindaco nei giorni scorsi ha annunciato una lettera al prefetto e alle forze dell'ordine per predisporre maggiori controlli che una piccola amministrazione non può fare da sola e chiede ora attenzione anche agli imprenditori dell'isola, commercianti e ristoratori, nella selezione dei lavoratori stagionali. 

A Ponza del resto il periodo estivo è da sempre caratterizzato dalla ricerca di nuovo personale per gestire le attività commerciali che aprono e che a tutte le ore sono a disposizione dei turisti. Gli aperitivi nei bar, i ristoranti, la movida notturna, le serate danzanti. Un'occasione imperdibile per chi è in cerca di un'occupazione. Ma non sempre arriva  personale preparato e non sempre arrivano lavoratori per bene.

Accanto a questo restano i problemi di un piccolo paese alle prese con un grande afflusso turistico concentrato in soli due mesi. E dunque: risse, bravate di comitive di amici, problemi di spaccio di droga o di gestione di ordine pubblico. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'invasione dei romani, i locali a tutte le ore. Dopo lo stupro a Ponza esplode la rabbia dei residenti
LatinaToday è in caricamento