Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Live a Caserta, 61 operai in nero al concerto di Tiziano Ferro

È l'esito dei controlli da parte dei carabinieri effettuati in occasione delle date del 21 e 22 aprile. Live Nation precisa: "Tiziano Ferro e il suo staff non c'entrano nulla"

Sessantuno lavoratori in nero e sei ditte su 20 irregolari. È il bilancio dei controlli effettuati dai carabinieri del Nucleo Operativo del Gruppo Tutela del Lavoro di Napoli, del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Caserta, dagli ispettori del Dipartimento Territoriale del Lavoro con il supporto dei carabinieri del Comando Provinciale, il 21 e il 22 aprile in occasione del concerto di Tiziano Ferro al Palamaggio di Caserta.

Il blitz è stato fatto per accertare eventuali violazioni alla normativa sul lavoro. Analoghi controlli erano stati effettuati a fine marzo prima del live di Laura Pausini.

Durante le verifiche effettuate nei giorni scorsi, i militari hanno denunciato due imprenditori rappresentanti di altrettante ditte impegnate nell'allestimento del palco mentre per cinque aziende è stata disposta la sospensione dell'attività lavorativa.

Sono state 109 le posizioni dei lavoratori esaminate, per sessantuno operai sono emerse irregolarità sotto il profilo contrattuale, per ventidue mancava il contratto di lavoro.

LE PRECISAZIONI DI LIVE NATION - In relazione in merito alle irregolarità rilevate da parte del Nucleo operativo del gruppo tutela del Lavoro di Napoli e del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Caserta, avvenute in occasione dei concerti di Tiziano Ferro al Palamaggio di Caserta del 21 e 22 Aprile scorsi, Live Nation smentisce qualsiasi coinvolgimento di Tiziano Ferro, proprio o delle aziende parte dell'organizzazione e della produzione del Tour di Tiziano Ferro o facenti capo al supporto locale di Concerteria.

Lo spiega l'organizzazione in una nota. "Dichiara che le irregolarità riscontrate non sono relative ad aziende esecutrici dei lavori di allestimento del palco - continua Live Nation - o collegabili a violazioni in materia di sicurezza. Per quanto di conoscenza di Live Nation, le posizioni lavorative oggetto di verbale erano rivestite da operai addetti alla ristorazione dei bar e al servizio di parcheggio, attività esterne al cantiere e appannaggio di ditte che nulla hanno a che fare con Live Nation e con le responsabilità da essa ricoperte".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Live a Caserta, 61 operai in nero al concerto di Tiziano Ferro

LatinaToday è in caricamento