Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

"A proposito di me": quattro adolescenti di Latina raccontano le loro storie "poco ordinarie"

Presentato nella sala De Pasquale del Comune il libro scaturito dal progetto di "scrittura emotiva" a cura di Dario Petti in collaborazione con la cooperativa Universiis, con l'assistente sociale Immacolata Di Giovannantonio e l'educatrice professionale Federica Bonazzi

Resilienza: capacità di un materiale di assorbire un urto senza rompersi. In psicologia, la capacità di un individuo di affrontare un evento traumatico o un periodo di difficoltà.

E’ questa la risorsa che ha animato i quattro protagonisti del libro A proposito di me. Storie poco ordinarie di adolescenti a Latina. Il testo, scaturito dal progetto di scrittura “emotiva” nato dalla collaborazione tra la casa editrice Atlantide e la cooperativa sociale Universiis, è stato presentato giovedì nella sala De Pasquale del Comune di Latina.

Curatore del volume Dario Petti, direttore della Atlantide editore, giornalista pubblicista, laureato in sociologia, che è stato affiancato lungo il percorso vissuto con i ragazzi dalle operatrici della cooperativa sociale Universiis Immacolata Di Giovannantonio, assistente sociale e Federica Bonazzi, educatrice professionale.

I quattro protagonisti, due di origine italiana, uno di origine brasiliana e uno colombiana, sono studenti delle scuole superiori, Gianmarco Nocella dell’Istituto Einaudi,  Jader Minutillo e Vanderlei da Rosa Garcia Junior dell’Itis Galilei, e Laura De Marchis frequentante l’Istituto alberghiero di Velletri.

Nel concetto di resilienza è racchiusa la capacità dei quattro protagonisti non solo di “resistere” agli eventi delle loro giovani vite non proprio ordinarie, di trasformare i lori vissuti non facili in risorse, ma soprattutto di sapersi raccontare e testimoniare la ricchezza dei tanti adolescenti che poco hanno a che vedere con i parametri che troppo spesso si utilizzano per descrivere i ragazzi di oggi.

Questo è il concetto che vuole sottolineare il curatore del libro, valorizzare quei giovani che di solito non “fanno notizia”, far comprendere che a rappresentare la categoria adolescenziale non devono essere i protagonisti delle notti brave o quelli che trascorrono intere nottate fuori a un negozio di abbigliamento per non perdere l’ultimo modello di scarpa firmata, per riprendere l’esempio che Dario Petti riporta nella sua prefazione.

“Una narrazione coraggiosa, appassionata, una rilettura della propria storia per meglio connettersi con se e gli altri, un viaggio interiore per superare ostacoli attraverso la condivisione scritta, un diario personale con il quale confrontarsi ma anche una finestra aperta sul mondo adolescenziale in una società troppo attenta alle frivolezze dei “famosi” e poco a quella dei cittadini “comuni”.

Il libro è stato presentato giovedì 28 aprile alle ore 9.30 presso la sala De Pasquale del Comune di Latina alla presenza di Federica Bonazzi educatrice cooperativa Universiis Servizio di sostegno alla genitorialità, infanzia e adolscenza, Immacolata Di Giovannantonio, assistente sociale cooperativa Universiis, Dario Petti curatore del libro, Floria Viola referente comunale dell’Area Minori del Comune, Andrea Della Rovere presidente cooperativa Universiis, Gianni Fulvi presidente coordinamento nazionale comunità per minori, Laura Pazienti dirigente Itis Galilei.

Durante la presentazione sono stati letti alcuni brani del libro da parte dei compagni di scuola dei protagonisti delle storie narrate. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"A proposito di me": quattro adolescenti di Latina raccontano le loro storie "poco ordinarie"

LatinaToday è in caricamento