Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca Cisterna di Latina

Abbandona la madre malata segregandola in casa: rinviata a giudizio

Il caso era stato scoperto dalla polizia di Cisterna. L'anziana costretta a vivere in condizioni di degrado e senza generi alimentari

E' stata rinviata a giudizio per aver abbandonato la propria madre di 72 anni, che era affetta da gravi patologie. La donna, 34enne originaria di Cori, arriverà quindi al processo. Il caso era stato scoperto al termine di delicate indagini condotte dagli investigatori del commissariato di polizia di Cisterna, che si sono protratte per un anno e mezzo. 

Gli accertamenti hanno consentito di scoprire che la figlia aveva segregato la donna in casa, costringendola a vivere in condizioni di assoluto degrado e scarsa igiene. L'aveva abbandonata da sola, senza un cellulare a disposizione e senza generi alimentari. La situazione era stata interrotta solo grazie all'intervento della polizia e dei vigili del fuoco, intervenuti dopo l'allarme dei vicini di casa che avevano sentito le strazianti richieste di aiuto dei vicini di casa. 

La figlia 34enne era già nota per i suoi precedenti e per i suoi comportamenti "antisociali", era già destinataria di misure di prevenzione e, non avendo redditi propri, viveva sfruttando la pensione della madre che era affetta da demenza senile, ipertensione, diabete e depressione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandona la madre malata segregandola in casa: rinviata a giudizio

LatinaToday è in caricamento