rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca Pontinia

Abbandono dei rifiuti, i Comitati al sindaco di Pontinia: “Prenda esempio da Cori”

I cittadini dell’area di Mazzocchio chiedono al Comune di puntare su fototrappole e ispettori ambientali: “La sinergia tra pubblico e privato ha dimostrato che, dove c’è la volontà, tutto è possibile”

Prendere esempio dal Comune di Cori, istituendo la figura dell’ispettore ambientale e utilizzando le fototrappole per il contrasto all’abbandono dei rifiuti: questo l’appello che dai comitati di Mazzocchio, Boschetto Gricilli e Macallè e il Fontanile arriva al sindaco di Pontinia Eligio Tombolillo.

Il delicato tema è sempre quello dell’abbandono dei rifiuti che attanaglia l’area industriale di Mazzocchio e le zone limitrofe. “Siamo certi che gli investimenti stanziati dal consorzio industriale Lazio, che si concretizzeranno nel medio lungo periodo, raggiungeranno gli obiettivi sperati. Nel frattempo, tuttavia, ci sono delle buone pratiche che il Comune, con un minimo di investimento pubblico, potrebbe attuare”.

Da qui l’invito a prendere esempio dal Comune di Cori dove, come accade anche in altri centri della provincia pontina, “l’Amministrazione ha infatti istituito la figura dell’ispettore ambientale, un volontario con potere di segnalazione e sotto il diretto controllo della polizia locale. Gli stessi sono stati dotati di fototrappole donate dall’azienda Carpineti, che opera nel comune di Cori. L’amministrazione, in questo caso, non ha dovuto far altro che approvare un regolamento che istituisse la figura dei volontari, la loro gestione e regolasse l’utilizzo delle foto trappole”.

“Crediamo – proseguono i cittadini – che la cosa possa essere replicata nel comune di Pontinia. Ci mettiamo a disposizione per trovare i volontari a cui far rivestire questo ruolo e siamo certi che non ci saranno problemi a trovare degli imprenditori volenterosi di aiutare l’amministrazione nell’acquisto delle foto trappole. In questo modo si potrebbe nel breve periodo ovviare a una condizione incresciosa e degradante come quella che vive il consorzio industriale. Non si tratta peraltro di un investimento a tempo determinato: una volta migliorato il sistema di video sorveglianza dell’area industriale, infatti, gli stessi volontari e le foto trappole potrebbero essere utilizzati in altre zone del comune soggette a degrado”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandono dei rifiuti, i Comitati al sindaco di Pontinia: “Prenda esempio da Cori”

LatinaToday è in caricamento