rotate-mobile
Cronaca

Rifiuti gettati in strada, controlli e fototrappole per stanare i furbetti: raffica di multe

L’attività intensificata da Abc con l’introduzione del servizio porta a porta: 500 controlli e 116 le sanzioni in sei mesi, di cui 50 per la cosiddetta “migrazione dei rifiuti”

Con l’introduzione graduale della raccolta porta a porta sono stati intensificati i controlli in città da parte di Abc, l’Azienda per i Beni Comuni di Latina, per contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti e della mancata differenziazione. Con l’estendersi del nuovo servizio sono stati potenziae le attività soprattutto per fronteggiare il fenomeno della “migrazione del rifiuto” con particolare attenzione alle aree più critiche. In questo contesto si inserisce anche il recente inserimento di più squadre di controllo: il numero di ispettori ambientali è infatti passato da due a nove unità. 

Nel corso del primo semestre del 2022, sono stati oltre 500 i controlli effettuati dagli ispettori ambientali e sono state elevate un totale di 116 contravvenzioni, di cui 102 attraverso l'utilizzo di fototrappole (fisse e itineranti) e 14 emesse nei confronti di persone colte in flagranza di reato. Un numero che fa salire a 770 il totale dei verbali elevati da marzo 2019, data di avvio del servizio di vigilanza. In tutti i casi è scattata una sanzione per un importo pari a 300 euro, come previsto dal vigente regolamento di Polizia Urbana. 

"Nello specifico -spiegano ad Abc -, dei 116 verbali totali emessi in questo primo semestre ‘22, il 67% ha interessato i residenti, il restante 33% gli utenti di comuni limitrofi o fuori provincia. Da segnalare, in particolare, le 50 contravvenzioni elevate da gennaio 2022 nei confronti di alcuni utenti residenti nelle aree servite dal nuovo metodo che si sono resi responsabili dell’abbandono di rifiuti  nel territorio comunale in cui è operativo il vecchio sistema di raccolta con cassonetti stradali, la cosiddetta “migrazione dei rifiuti”. Il numero maggiore di sanzioni elevate riguarda le aree dell’ex Sani, Via Volpini e Strada Valmontorio".

“Tra le segnalazioni più frequenti che ci giungono dai cittadini, ci sono quelle dei rifiuti abbandonati fuori dai cassonetti stradali ancora presenti nelle zone servite dal vecchio sistema o lasciati nelle aree in cui erano presenti i cassonetti, oggi rimossi con l’avvio del nuovo porta a porta. – ha dichiarato il direttore generale Abc, Silvio Ascoli –. Gli oggetti ingombranti e le buste contenenti materiali non differenziati abbandonati sui marciapiedi sono un segno di degrado che danneggia l’intera comunità, non solo dal punto di vista del decoro urbano e dell’igiene pubblica ma anche in termini di costi aggiuntivi che finiscono per pesare sulle spalle di tutti i cittadini. Garantire quindi il rispetto delle regole è doveroso, anche come forma di tutela dei numerosi cittadini virtuosi che le rispettano e che ringraziamo per la preziosa e fattiva collaborazione. Si ricorda che per i rifiuti ingombranti il servizio dei Centri di raccolta di Via Bassianese e Via Massaro e delle  Isole Ecologiche Itineranti, è gratuito”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti gettati in strada, controlli e fototrappole per stanare i furbetti: raffica di multe

LatinaToday è in caricamento