rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca Ponza

Manufatto abusivo sulla spiaggia di Palmarola: arrivano i sigilli dei carabinieri

Come rilevato nel corso delle indagini sono emerse delle anomalie nella Scia. Sull'isola non si può costruire

Un immobile prefabbricato di circa 81 metri quadri di superficie è stato sequestrato dai carabinieri del Nipaaf in collaborazione con i colleghi del gruppo forestale di Latina e con il supporto logistico della motovedetta dell'unità navale dei carabinieri della compagnia di Formia e della stazione di Ponza. I militari hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo emesso dal gip del tribunale di Cassino Massimo Lo Mastro su richiesta del sostituto procuratore Alfredo Mattei. La struttura era stata installata su una proprietà privata antistante la spiaggia di Cala del Porto, o del Francese.

La Scia, presentata dal proprietario per la ricostruzione e la sostituzione di un presunto manufatto preesistente, aveva in realtà evidenziato alcune anomalie come accertato nel corso dell'attività di indagine dei carabinieri. L'immobile necessitava di un idoneo permesso a costruire e anche di un'autorizzazione da parte della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici, essendo l'isola di Palmarola vincolata sotto l'aspetto paesistico da un decreto ministeriale. Il Piano territoriale paesistico infatti individua l'isola come un territorio in cui è "inibita la realizzazione di qualsiasi intervento edilizio, ogni forma di attività agro-silvo pastorale e ogni intervento che alteri la vegetazione circostante".

L'attività investigativa ha permesso di iscrivere sul registro degli indagati il proprietario del terreno su cui era stato installato il manufatto abusivo e anche del tecnico professionista che ha asseverato la Scia. Le ipotesi di reato sono di abuso edilizio e violazione paesaggistica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manufatto abusivo sulla spiaggia di Palmarola: arrivano i sigilli dei carabinieri

LatinaToday è in caricamento