Cronaca

Operazione “Gate Over”, violavano banche dati di Inps e Inpdap

L'indagine partita da Roma ha toccato anche il territorio pontino. Due le persone arrestate e tre quelle denunciate tra cui un 36enne residente nella provincia di Latina. Diverse le perquisizioni in tutta Italia

Sono due le persone arrestate e tre quelle denunciate al termine dell’operazione  “Gate Over”, un’articolata attività di indagine coordinata dal procuratore aggiunto Nello Rossi e dal sostituto procuratore Eugenio Albamonte della Procura della Repubblica di Roma, condotta  dagli investigatori del Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche – CNAIPIC del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni che ha toccato anche la provincia pontina. 

In totale sono 5 le persone indagate; i provvedimenti, emessi dal Gip del Tribunale di Roma sono stati eseguiti nei confronti di due cittadini italiani di 40 e 47 anni  della provincia di Catanzaro, mentre tra i denunciati figura anche un uomo di 36 anni originario della provincia di Napoli ma residente in quella pontina.

Le indagini sono partite il 18 aprile scorso quando dal CNAIPIC è stata acquisita la segnalazione della Direzione Centrale dei Sistemi Informativi e Tecnologici dell’inps, sede di Roma, che evidenziava massivi ed anomali accessi non autorizzati alla Banca Dati degli  Istituti di Previdenza Inps ed Inpdap.

I successivi accertamenti hanno quindi permesso di risalire al gruppo criminale che, come spiegato dalla polizia postale, “commercialmente pubblicizzava, presso professionisti o società finanziarie particolarmente interessate all’accesso ad informazioni patrimoniali particolareggiate, un servizio on line, che in maniera automatica, permetteva di interrogare le banche dati, sfruttando le credenziali personalmente assegnate agli operatori di patronato.

Il servizio a pagamento permetteva quindi, a fronte della corresponsione di somme importanti gestite attraverso un servizio di “ricariche” prepagate, l’accesso a informazioni contenute nei database di Inps ed Inpdap, con la possibilità quindi di ricavare la posizione previdenziale e contributiva di ignari cittadini”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione “Gate Over”, violavano banche dati di Inps e Inpdap

LatinaToday è in caricamento