Cronaca Goretti / Via Ettore Marchiafava

Cittadino romeno accoltellato, in manette anche il secondo complice

Dopo l'arresto di uno degli aggressori avvenuto nell'immediato dell'episodio, è stato fermato anche un secondo complice considerato responsabile del tentato omicidio del 10 marzo

Il tentato omicidio di Ilies Cosmin, il giovane di nazionalità romena di soli 21 anni che era stato colpito a coltellate in via Marchiafava a Latina, ora ha un secondo colpevole.

Per l’episodio violento del 10 marzo scorso, che aveva costretto il giovane ad un ricovero d’urgenza presso l’ospedale Goretti di Latina, era già finito in manette un uomo di 36 anni sempre di origine romene.

Le indagini del nucleo operativo della compagnia dei carabinieri del capoluogo erano partite nell’immediato, e solo qualche ora dopo l'accoltellamento i militari avevano rintracciato e arrestato uno degli aggressori del 21enne, mentre i suoi complici, identificati, avevano fatto perdere le loro tracce dandosi alla fuga.

Il Gip del tribunale di Latina, Guido Marcelli, su richiesta del pubblico ministero Miliano che ha condiviso le risultanze investigative dei carabinieri, ha così emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di C. M. M., un 32enne anche lui di nazionalità romena, considerato uno dei responsabili del tentato omicidio.

Dopo le manette l’uomo, con diversi pregiudizi di polizia che vanno dal tentato omicidio alla rissa, da furto e rapina a violenza sessuale, è stato ristretto presso la casa circondariale di via Aspromonte a Latina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadino romeno accoltellato, in manette anche il secondo complice

LatinaToday è in caricamento