Le Castella da Natale quasi a secco: il sindaco torna a sollecitare Acqualatina

Il primo cittadino Della Penna chiede un intervento urgente della società in seguito alle numerose segnalazioni e lamentele da parte dei cittadini per il forte abbassamento di pressione del flusso idrico nella frazione a nord di Cisterna

Le Castella da Natale con poca acqua da mesi; per questo il sindaco di Cisterna, Eleonora Della Penna, è tornata a sollecitare il presidente di Acqualatina affinché intervenga quanto prima sulla grave situazione di disagio che sta interessando gli abitanti della frazione.  

“Nonostante la segnalazione dello scorso 20 aprile - si legge in una nota -, continuano i disagi per i cittadini causati dalle interruzioni idriche nella zona di Le Castella". 

“Continuo a riscontrare, ormai quotidianamente, numerose lamentele dei cittadini residenti nella zona di Le Castella, a nord di Cisterna, a causa del forte abbassamento di pressione del flusso idrico, talvolta fino alla sua completa interruzione. Inutile ricordare - afferma il sindaco Della Penna - che quello di Le Castella è un territorio molto vasto in cui risiedono migliaia di persone le quali, sin dallo scorso periodo natalizio, si vedono costrette a soddisfare autonomamente un’esigenza fondamentale, quale è il servizio idrico, quando invece tale compito spetta al gestore incaricato”. 

Il problema era stato tuttavia segnalato personalmente dal sindaco lo scorso 20 aprile con una nota ufficiale. “Purtroppo, nonostante la sollecitazione, la situazione continua a peggiorare giorno dopo giorno e il disagio vissuto dalla popolazione aumenta costringendo i residenti  ad organizzarsi alla meglio per sopperire a questa grave mancanza”.

“Gli stessi cittadini hanno ribadito a questa amministrazione, in più occasioni, di avere ricevuto la promessa (che mi dicono non sia stata mantenuta) - continua nella lettera il sindaco - dell'invio di autobotti nel tentativo di sopperire, seppure in maniera minimale, a queste gravi e ormai inaccettabili carenze. 

Per questi motivi sono a ribadire quanto già riportato nella precedente missiva e a chiedere un intervento urgente, con riscontro immediato alla scrivente, presso la frazione di Le Castella. Mi rendo inoltre disponibile ad un incontro con i rappresentanti di Acqualatina per meglio comprendere le ragioni che da mesi stanno creando disagio a quella zona e per  essere informata su quali interventi stia attuando o intenda attuare il gestore per risolvere, in modo definitivo, la questione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento