Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Bollette dell'acqua, riduzione delle tariffe per alcuni commercianti

Sì della Conferenza dei Sindaci alla proposta della Confcommercio. La riduzione per circa 6mila esercizi pubblici tra bar, ristoranti e stabilimenti è volto anche a migliorare l'offerta turistica

La Conferenza dei Sindaci, nell’ultima seduta dello scorso 26 giugno, ha approvato la rimodulazione delle tariffe commerciali per il consumo dell’acqua legato allo svolgimento della attività ed alla fruizione dei servizi igienici posti all’interno dei loro locali.

Lo annuncia la Confcommercio di Latina che aveva presentato la proposta insieme ad Acqualatina, Ato4 e Otuc – proposta fatta propria poi anche dalla Provincia di Latina -.

"La rimodulazione delle tariffe per le circa 6.000 utenze commerciali con consumi da 55 fino a 500 metri cubi – fa sapere la Confcommercio - per quelle categorie commerciali (prevalentemente pubblici esercizi, bar, ristoranti, stabilimenti balneari, pizzerie ecc.) che sono obbligate a garantire l’accesso e l’utilizzo dei servizi igienici posti all’interno dei loro locali nonché a garantire anche la igienicità e la salubrità dei locali poiché somministrano bevande, dolci, manipolano prodotti alimentari e quant’altro soggetto a possibili contaminazioni, avverrà non appena la Delibera adottata dalla Conferenza dei Sindaci sarà pubblicata, nei prossimi giorni, sul BURL”.

Per queste utenze - che necessitano di consistenti consumi di acqua -  la riduzione della tariffa, sia per il consumo che per la fognatura e la depurazione, varierà da un meno 5% ad un meno 10%, con un abbattimento dei costi in bolletta che in termini assoluti andrà dai meno 30 euro a meno 200 euro circa.

Soddisfazione per Confcommercio e Fipe di Latina per l’importante risultato ottenuto. “Dopo tanti incontri tra le parti – promossi inizialmente dall’Assessore alla Tutela dei Consumatori della Provincia di Latina, Silvio D’Arco – si è giunti ad un risultato che andrà incontro ad alcune specifiche categorie che altrimenti sono gravate da costi di gestione impropri, con evidenti ricadute positive di cui beneficeranno i consumatori ed i turisti – continuano dalla Confcommercio -. In questo modo si aumenta complessivamente la competitività delle nostre attività e si tende a metterle in condizione di migliorare la loro offerta turistica”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollette dell'acqua, riduzione delle tariffe per alcuni commercianti

LatinaToday è in caricamento