Cronaca Cori

Acqualatina, nuovo dearsenizzatore a servizio del comune di Cori

La presentazione questa mattina alla presenza del sindaco Conti e del presidente della Spa Addessi. Entro la fine del 2012 è prevista la soluzione del problema in tutti i centri interessati

Il problema arsenico aveva afflitto la comunità corese nei mesi scorsi. Oggi sembra stata definitivamente messa la parola fine con l’inaugurazione dei dearsenizzatore a servizio del Comune di Cori.

Ma non è finita qui. La conferenza stampa di oggi è stata l’occasione per Acqualatina per fare luce sull’intero piano di intervento della Spa in materia di arsenico su tutto il territorio; piano che nell’ultimo periodo avrebbe conosciuto una grande spinta in avanti.

“Sono contento di poter inaugurare i dearsenizzatori a servizio del Comune di Cori che, in realtà, sono già operativi dal mese di ottobre - ha detto in apertura il presidente di Acqualatina Giuseppe Addessi -. Grazie a questi impianti siamo stati in grado di risolvere definitivamente il problema dell’arsenico nel Comune di Cori”.

Un ringraziamento è stato rivolto dal presidente Addessi anche nei confronti dell’Autorità d’Ambito e del Comune per la preziosa collaborazione, nonché dei cittadini-utenti di tutto l’ATO che, “tramite il pagamento delle bollette, hanno permesso la realizzazione di simili opere che vanno a completo vantaggio della collettività” ha tenuto a precisare il presidente di Acqualatina che ha concluso ricordando come entro il 31 dicembre 2012 è prevista la risoluzione definitiva del problema arsenico su tutti i comuni interessati dal fenomeno.

Gli fa eco Sergio Giovannetti, responsabile della Segreteria Tecnica Operativa dell’ATO4: “Siamo tutti impegnati nella risoluzione definitiva del problema, ed è nostro obbligo risolvere l’emergenza entro la fine del prossimo anno”

“Noi, in qualità di Comune, abbiamo svolto il nostro ruolo di controllore e abbiamo sollecitato la realizzazione tecnica degli impianti, ma devo ammettere che la risposta di Acqualatina S.p.A. al problema arsenico è stata pronta ed efficiente – ha commentato il sindaco di Cori Tommaso Conti -. La messa in opera di questi impianti può garantire, finalmente, la risoluzione definitiva del problema su tutto il territorio comunale”.

"Dall'estate del 2010 ad oggi – ha proseguito la discussione il Direttore Operativo di Acqualatina S.p.A., Ing. Ennio Cima - abbiamo realizzato, a solo favore del Comune di Cori, interventi per circa 200mila euro e ulteriori 50mila euro di investimento sono previsti nei prossimi mesi. A questi va aggiunto l’importo per gli impianti ad impiego intercomunale attualmente in utilizzo a Cori, l’impegno di spesa è stato di circa 500mila euro. Rimangono da sanare, a questo punto, i Comuni di Aprilia, Anzio, Nettuno e alcuni borghi di Latina e Cisterna di Latina, queste le prossime sfide a cui stiamo già lavorando a pieno ritmo”.

Ha chiuso la conferenza, poi, il presidente dell’Autorità d’Ambito, Armando Cusani: “Quello ricoperto dal Gestore è un ruolo difficile ed è giusto che il suo operato venga costantemente monitorato criticamente tanto dall’Autorità d’Ambito, quanto dai Comuni. Sono orgoglioso del fatto che, grazie a questa Conferenza dei Sindaci, è stato possibile ottenere ottimi risultati, poiché si è stati in grado di guardare, al di là delle diverse posizioni politiche, a favore del bene comune”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqualatina, nuovo dearsenizzatore a servizio del comune di Cori

LatinaToday è in caricamento