Acque inquinate a Borgo Sabotino, incontro tra i residenti. Parte la petizione popolare

L'ordinanza del Comune che vieta "l'utilizzo delle acque provenienti da pozzi interni ed esterni al perimetro della centrale nucleare" ha destato molta preoccupazione tra i cittadini. Ieri l'incontro; Enrico Tiero ha avviato una petizione popolare

Incontro tra i residenti di Borgo Sabotino nel pomeriggio di ieri per discutere della delicata questione delle falde acquifere inquinate nella zona nei pressi della centrale nucleare.

Un momento di confronto e dibattito reso necessario data la grande preoccupazione tra i cittadini in seguito all’ordinanza pubblicata sull'Albo Pretorio del Comune di Latina del 25 febbraio scorso che vieta “l'utilizzo delle acque provenienti da pozzi interni ed esterni al perimetro della centrale nucleare” dal momento che nelle falde acquifere sono presenti valori troppo alti di cloruro di vinile.

Secondo quanto si legge, è vietato l'utilizzo dell'acqua dei pozzi per qualsiasi motivo: alimentare, igiene personale, uso agricolo nell'area compresa tra Strada del Bottero fino al mare ed al confine con il canale delle Acque Alte, entro una distanza di 1 km dal confine di proprietà della centrale.

Un incontro quello di ieri durante il quale sono state ascoltate le testimonianze delle numerose persone presenti che vivono il disagio in prima persona e temono per la loro incolumità, e a cui ha preso parte anche Enrico Tiero, candidato alle primarie del centrodestra in vista delle prossime elezioni amministrative a Latina- 

Enrico Tiero ha avviato una petizione popolare attraverso cui i firmatari chiedono: “l'istituzione immediata di autobotti permanenti nel territorio sopra citato; l’ampliamento della rete idrica per consentire l'allaccio tramite il gestore Acqualatina a coloro che non possono più usufruire dei pozzi; urgenti spiegazioni in merito ai ‘materiali interrati rinvenuti nell’area di proprietà’; chiarimenti in merito ai danni causati fino ad oggi a chi ha usufruito dell'acqua derivante dai pozzi presenti nel perimetro della centrale e l'incidenza di questo sulla salute dei cittadini; analisi epidemiologiche sulla popolazione per chiarire la presunta analogia tra i valori elevati di cloruro di vinile presenti nell'acqua e l'incidenza di tumori nel territorio; di sapere quali iniziative verranno adottate per approfondire le criticità illustrate in premessa, al fine di chiarire tutti gli aspetti legati alla tutela dell'ambiente e della salute pubblica”.

Enrico Tiero, infine, ha annunciato che “chiederà ai referenti regionali del partito Cuori Italiani di presentare interrogazione in merito alla delicata vicenda”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, contagi in risalita: 180 casi e ancora quattro decessi in provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento