Aereo caduto al Terracina Air Show, accertamenti per chiarire il tragico incidente

Un'inchiesta della Procura di Latina e un’indagine dei preposti organismi dell’Aeronautica Militare per fare luce sulla dinamica della tragedia costata la vita al capitano Gabriele Orlandi

Il momento dell'impatto in mare dell'Eurofighter pilotato dal capitano Gabriele Orlandi, 36 anni, morto a Terracina, 24 settembre 2017. ANSA/Pierluigi Mollo

A meno di 24 ore dal drammatico incidente aereo avvenuto nel pomeriggio di ieri nel corso del Terracina Air Show è ancora dolore e sconcerto. Erano pochi minuti prima delle 17 quando l’Eurofighter del Reparto Sperimentale di Volo dell'Aeronautica Militare, guidato dal capitano Gabriele Orlandi, è precipitato in mare nel corso di un’esibizione che precedeva quella conclusiva delle Frecce Tricolori.

Quello che doveva essere un pomeriggio di gioia e di spettacolo in un attimo si è trasformato in tragedia. Una tragedia, costata la vita al giovane pilota di 36 anni Gabriele Orlandi, che si è compiuta davanti agli occhi attoniti di migliaia di spettatori che ieri pomeriggio erano accorsi a Terracina per assistere a quella che doveva essere una giornata di festa. 

Il dolore ed il cordoglio

Era un pilota esperto Gabriele Orlandi (foto in basso tratta dal suo profilo LinkedIn), che lavorava al reparto sperimentale volo di Pratica di Mare. Originario di Cesena, due lauree per lui, dal 2007 era pilota militare dell’Aeronautica e da allora aveva avuto numerose esperienze, tra le quali una negli Stati Uniti proprio come sperimentatore. Aveva dedicato tutta la sua vita alla passione per il volo. 

Chi era il capitano Gabriele Orlandi

gabriele_orlandi-2

Anche il Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, ed il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, si sono uniti ieri al Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Enzo Vecciarelli, nell'esprimere vicinanza e cordoglio alla famiglia ed alle persone più care e vicine al giovane pilota. "Ai familiari del capitano Gabriele Orlandi va il sentimento di vicinanza di tutto il personale della Difesa e mio personale. Sono vicina all'Aeronautica, che vive questo tristissimo momento di lutto condiviso da tutte le Forze armate” si legge in una nota ufficiale del ministro Pinotti. 

Cordoglio del Comune di Terracina

Un incidente ancora tutto da chiarire

E sono ancora tutte da chiarire le cause dell’incidente aereo. "Durante l’esibizione, al termine di un loop, l’Eurofighter pilotato dal capitano Orlandi, non è riuscito a riprendere quota, impattando violentemente in acqua” è stato spiegato in una nota diffusa dallo Stato Maggiore della Difesa. Per questo la dinamica dell’incidente è ora oggetto di un’indagine da parte dei preposti organismi dell’Aeronautica Militare.

Ma un’inchiesta è stata aperta anche dalla Procura di Latina che ha disposto il sequestro dei resti del velivolo. Questa mattina sono riprese le operazioni di ricerca e recupero dei pezzi dell’aereo precipitato in mare, e soprattutto della scatola nera che potrebbe fornire elementi utili per chiarire cosa effettivamente sia accaduto in quei drammatici momenti. Al vaglio degli inquirenti i filmati dell'esibizione di ieri e anche delle prove di volo delle ore precedenti.

Diverse le ipotesi al momnento, l'errore umano o un possibile malore del pilota, ma anche quella di un eventuale guasto o problema tecnico. L'incidente è avvenuto durante le fasi del programma di volo, il caccia pilotato da Orlandi stava per lasciare la scena ed era impegnato in un'acrobazia in discesa. Ma il velivolo non ha ripreso quota e si è inabissato in mare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il video dell'incidnete aereo durante il Terracina Air Show

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i contagi non si fermano: 139 nuovi casi nel Lazio e 11 in provincia

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

  • Operazione Dirty Glass: chi è Natan Altomare, "soggetto scaltro e pericoloso"

  • “Spregiudicato e di grande caratura criminale”: ecco chi è Luciano Iannotta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento