menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aereo precipitato, dubbi sul pilota alla guida del Cessna. Proseguono le indagini

Alla guida del velivolo potrebbe non esserci stato Antonio Belcastro: su una nuova ipotesi sono a lavoro gli inquirenti in merito all’incidente aereo avvenuto a Pontinia il 3 settembre scorso

Una nuova ipotesi su cui sono a lavoro gli inquirenti è emersa nelle ultime ore in merito all’incidente aereo avvenuto a Pontinia lo scorso 3 settembre in cui hanno perso la vita due persone

Alla guida del Cessna, poi precipitato, potrebbe non esserci stato Antonio Belcastro, una delle due vittime, ma un’altra persona. L’indiscrezione è stata pubblicata questa mattina sui due quotidiani locali “Il Messaggero” e “Latina Oggi”. 

Una nuova tesi su cui stanno lavorando gli inquirenti che, secondo quanto scrive questa mattina il Messaggero, sarebbe emersa “da alcune testimonianze che sono state raccolte nei giorni successivi alla sciagura nell’ambito delle indagini difensive ma anche della Procura”, e dal sopralluogo effettuato venerdì con la presenza delle parti coinvolte nell’indagine. 

Nell’incidente aereo del 3 settembre scorso hanno perso la vita il pilota Antonio Belcastro e Umberto Bersani; tre invece le persone al momento indagate per omicidio colposo plurimo: il presidente dell’associazione che si occupa dell’organizzazione dei lanci nell’aviosuperficie Pegaso 2000 di Pontinia, il responsabile di un’officina che si occupava della manutenzione del velivolo e il proprietario dell’aereo. 

Il sostituto procuratore Simona Gentile, titolare dell'inchiesta, ha conferito l'incarico ad Alfredo Caruso per l'esame sui resti del Cessna. 

   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento