rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Priverno

Picchia moglie e figlie poi spara dei colpi contro la porta, arrestato

Il dramma a Priverno. Le donne sono state vittima dell'ira violenta dell'uomo che le ha malmenate ed esploso dei colpi di carabina contro l'ingresso di casa. Fermato dai carabinieri

Drammatica vicenda familiare quella vissuta da una mamma e dalle sue figlia, nel comune di Priverno. Nella notte scorsa sono state vittime dell’aggressione del marito e padre che prima le ha picchiate e sparato dei colpi di carabina contro la porta per poi darsi alla fuga. Solo dopo incessanti ricerche da parte delle forze dell’ordine l’uomo è finalmente finito in manette.

Ore eterne che sembravano non finire mai per le vittime dell’ira violenta del 55enne originario di Isernia. L’uomo, N. V., visibilemnte ubriaco,infatti prima le ha malmenate, colpendole ripetutamente con calci e pugni, per poi uscire di casa. Finalmente l'incubo  per madre e figlie sembrava finito, ma in realtà non è stato così.

Dopo qualche ora, infatti, l'uomo è tornato nella sua abitazione armato di carabina con la quale ha esploso diversi colpi contro il portone d’ingresso e una finestra.

Solo in questo momento ha deciso di scappare e di fare perdere le sue tracce. Ma la sua fuga è durata poco. Dopo ininterrotte ricerche, gli agenti del comando stazione di Priverno, unitamente ai colleghi di Sonnino e Prossedi, sono riusciti a rintracciarlo e ad arrestarlo.

Il 55enne è stato così trasferito presso il carcere di via Aspromonte a Latina mentre l’arma, di cui aveva cercato di disfarsi, è stata rinvenuta e posta sotto sequestro.

Le accuse per lui sono di tentato omicidio e di uso improprio di arma da fuoco

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia moglie e figlie poi spara dei colpi contro la porta, arrestato

LatinaToday è in caricamento