Cronaca

Aggredisce la moglie con una pistola, poi fugge e si suicida gettandosi sotto un treno

L'uomo si era presentato, a Ciampino, in un laboratorio di analisi seminando il panico e minacciando la consorte. Poi di lui si sono perse le tracce. Si era diretto a Fondi, dove aveva una casa, e ha deciso di togliersi la vita

Ha aggredito e minacciato la moglie con una pistola, poi è fuggito, si è diretto da Roma verso la sua casa estiva a Fondi e nella notte si è tolto la vita gettandosi sotto un treno a Monte San Biagio.

Tutto è cominciato nella giornata di ieri mattina, venerdì 8 settembre, a Ciampino, quando un 76enne si è presentato in un laboratorio di analisi dove si trovava la moglie e ha seminato il panico, colpendola con il calcio della pistola e minacciandola. Poi è scappato e per tutta la giornata la polizia ha cercato di rintracciarlo. I controlli si sono estesi anche in provincia di Latina, a Fondi, dove il 76enne aveva una residenza estiva. Una volta raggiunta l’abitazione gli agenti si sono accorti che era stato appiccato un rogo in casa e dell’anziano non c’erano tracce.

La sua auto è stata ritrovata più tardi, intorno alle 23,30, in un parcheggio a Monte San Biagio quando l’uomo si era già tolto la vita gettandosi da un cavalcavia mentre transitava un treno. Le indagini della polizia ferroviaria hanno consentito di ricostruire l’accaduto e di accertare che l’uomo fosse proprio la persone che era ricercata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredisce la moglie con una pistola, poi fugge e si suicida gettandosi sotto un treno

LatinaToday è in caricamento