Aggressione davanti alla sala giochi, individuato e arrestato il responsabile

Il pestaggio era avvenuto a Castelforte, in via Fusco. Le indagini dei carabinieri hanno consentito di identificare l'autore. Si tratta di un 45enne di Santi Cosma e Damiano, ora ai domiciliari

Arriva una svolta nelle indagini condotte dai carabinieri dopo l’aggressione a Castelforte avvenuta il 3 giugno scorso davanti a una sala giochi in via Fusco. Un 49enne era stato violentemente spintonato e aveva riportato gravi traumi. Portato all’ospedale di Formia era stato poi trasferito all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina, dove è tuttora ricoverato in gravissime condizioni e in prognosi riservata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini scaturite dall’aggressione, condotte dai carabinieri della stazione di Castelforte e dal Norm della compagnia di Formia, hanno permesso di individuare l’autore del gesto. Si tratta di un uomo di 45 anni di Santi Cosma e Damiano. I diversi indizi a suo carico emersi durante le investigazioni, hanno portato il Gip del tribunale di Cassino, su richiesta della Procura, ad emettere a suo carico la misura degli arresti domiciliari per il reato di lesioni personali gravi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni amministrative 2020, i risultati: è ballottaggio a Fondi e Terracina

  • Elezioni a Fondi 2020: è ballottaggio tra Maschietto e Parisella

  • Elezioni a Terracina 2020: è ballottaggio tra Roberta Tintari e Valentino Giuliani

  • Coronavirus Latina, nuovo picco di contagi: altri 30 positivi in provincia

  • Coronavirus, 195 casi nel Lazio e tre morti. In provincia dati in flessione dopo il picco

  • Coronavirus Lazio, 197 nuovi casi e un decesso. In terapia intensiva ci sono ancora 22 persone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento