Venerdì, 15 Ottobre 2021
Cronaca Priverno

Priverno, entrano in casa e lo picchiano: due denunciati

L'aggressione era avvenuta il 16 marzo, un giovane era stato minacciato con un coltello. E i carabinieri identificano un uomo che aveva provato a incassare assegni risultati rubati

Erano entrati in casa sua, qualche sera fa, e lo avevano picchiato e poi addirittura minacciato di morte con un coltello da cucina. Ora, dopo aver sporto denuncia, i suoi due aggressori sono stati identificati e deferiti a piede libero dai carabinieri. È la brutta vicenda che ha visto protagonista un 23enne di Priverno, aggredito da due persone nella notte del 16 marzo.

Dopo aver raccolto la testimonianza del giovane i carabinieri del luogo si sono messi sulle tracce degli autori della sgradita intrusione domestica e delle minacce. I due, un 27enne di Sonnino e un 43enne di Priverno, entrambi pregiudicati, sono stati denunciati a piede libero per minaccia aggravata, lesioni personali, danneggiamento e porto abusivo di arma bianca.

Tanto lavoro per i carabinieri di Priverno, che nelle ultime ore hanno sporto altre due denunce. La prima è carico di un uomo di 40 anni, accusato di truffa, falsità in scrittura privata e ricettazione per aver tentato di incassare quattro assegni circolari rubati, per un valore complessivo di 11.900 euro. Vittima della truffa era una società assicuratrice.

Un muratore di 53 anni, sempre di Priverno, infine, è stato denunciato per guida in stato d’ebbrezza. Lo scorso 3 marzo, sulla strada regionale dei Monti Lepini, aveva provocato con il suo motociclo un incidente che aveva coinvolto una vettura. All’uomo è stata ritirata la patente, mentre il suo motorino è stato sottoposto a sequestro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Priverno, entrano in casa e lo picchiano: due denunciati

LatinaToday è in caricamento