Cronaca Terracina

Terracina, “botte al bengalese”: arrestati 5 giovani per aggressione

Pestaggio e minacce ai danni di un giovane immigrato: pesanti accuse di razzismo per i componenti di una banda finita in carcere

Lo hanno pestato in una notte dello scorso settembre, dopo averlo atteso fuori dal locale dove lavorava. E da quel giorno hanno preso a sorvegliarlo e a minacciarlo, per evitare che sporgesse denuncia dopo l'aggressione subita. Ma la vittima della vile violenza, aggravata dal movente della discriminazione razziale, alla fine ha avuto la forza di raccontare tutto agli agenti del commissariato di Terracina. E così un immigrato bengalese è riuscito a fare arrestare i 5 componenti della banda che lo aveva perseguitato.

A finire in manette sono stati cinque giovani di Terracina, tutti con precedenti penali a carico. La polizia li ha incriminati dopo aver acquisito la testimonianza della vittima dell'aggressione e alcuni video di sorveglianza in cui la banda minaccia e insulta il cittadino bengalese con epiteti razzisti.

L'aggressione era avvenuta mentre l'immigrato tornava a casa a piedi dopo aver lavorato, come ogni sera, in un ristorante. La vittima a un certo punto era riuscita a scappare, ma la banda lo aveva raggiunto nel locale dove lavorava e dove si era rifugiato continuando il pestaggio. Qui però le telecamere interne hanno però immortalato la scena.

Da quella sera il bengalese è stato preso di mira: i suoi aggressori lo attendevano fuori dal locale dove lavorava per minacciarlo. Dopo una serie di accertamenti, gli agenti del commissariato di Terracina hanno fatto scattare le manette, dopo che la Procura ha accettato le richieste di custodia cautelare, per i cinque indagati.

Ai giovani arrestati sono contestati i reati di lesioni volontarie personali in concorso, con l'aggravante della discriminazione razziale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terracina, “botte al bengalese”: arrestati 5 giovani per aggressione

LatinaToday è in caricamento