Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Duplice tentato omicidio al Circeo, in Appello saranno riascoltate le vittime

Accolta la richiesta della difesa nel processo a carico di Alessandro Zof. Il 19 settembre saranno riascoltati anche gli investigatori che si erano occupati delle indagini

Un'immagine del luogo dell'agguato

Nuova udienza in Corte d'Appello ieri per il duplice tentato omicidio di San Felice Circeo, avvenuto il 6 marzo del 2016 nei pressi dell'American Bar. Gli avvocati della difesa di Alessandro Zof, condannato in primo grado a sette anni di reclusione con rito abbreviato, hanno chiesto un supplemento di istruttoria e presentato una consulenza per dimostrare che Zof non fosse presente sul posto al momento dell'aggressione. 

I giudici della Corte hanno accolto le richieste dei legali e rinviato l'udienza al prossimo 19 settembre, data in cui saranno riascoltate le vittime della sparatoria, Roberto Guizzon e Alessio De Cupis, zio e nipote, rimaste ferite dai colpi esplosi davanti all'American Bar. Nela stessa udienza saranno ascoltati anche un ispettore della squadra mobile e altri investigatori della Questura di Latina che avevano effettuato e indagini.

Per l'agguato erano stati condannati anche Lello Gallo, accusato di favoreggiamento per aver reso false dichiarazioni, e Paolo di Martino, che avrebbe aiutato e coperto Zof. Per entrambi la condanna in primo grado era stata a due anni di reclusione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duplice tentato omicidio al Circeo, in Appello saranno riascoltate le vittime

LatinaToday è in caricamento