Agguato in via Galvaligi a Latina e spari per la fuitina, le condanne

Emessa in tribunale la sentenza per gli spari contro Alessandro Zof nel 2010; condannati Christian Liuzzi a 13 anni e Ferdinando Di Silvio detto Pupetto a 12 anni e sei mesi

Emesse le sentenze per il tentato omicidio di Alessandro Zof avvenuto il 7 aprile del 2010. Il giovane pontino due anni fa era stato raggiunto da alcuni colpi di pistola che lo avevano gambizzato mentre si trovava sotto una palazzina delle Gescal in via Galvaligi a Latina.

Per quell’episodio stati condannati a 13 anni Christian Liuzzi, considerato l’esecutore materiale dell’agguato, e a dodici anni e sei mesi Ferdinando Di Silvio detto Pupetto.

La sentenza è arrivata nel pomeriggio di ieri; il pubblico ministero aveva chiesto 16 anni per Liuzzi e 11 per Di silvio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E sempre ieri nell’ambito del processo per gli spari in via Epitaffio dopo la “fuitina” tra due giovani rom appartenenti a due diversi clan in contrasto fra di loro – processo unito a quello per l’agguato in via Galvaligi -, sono stati condannati a 7 anni Ferdinando Ciarelli, Armando Di Silvio, e suo figlio Giuseppe Pasquale, e a 5 anni Samuele Di Sivlio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, controlli della polizia: scoperta parrucchiera che lavorava in casa. Denunciata

  • Coronavirus Latina: nel Lazio 2.642 positivi, ma ci sono 24 guariti nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus, Latina piange la morte del ginecologo Roberto Mileti. E' la tredicesima vittima in provincia

  • Coronavirus Latina: due morti e 20 contagi in più in provincia, nel Lazio 167 nuovi casi

  • I balneari pensano alla stagione estiva: in spiaggia numero chiuso per anziani e soggetti a rischio

  • Coronavirus, l'assessore regionale D'Amato: "Test rapido a tutti gli abitanti del Lazio"

Torna su
LatinaToday è in caricamento