Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Alba Pontina, la decisione del Riesame: tre indagati tornano in libertà

Accolti dai giudici del Tribunale di Roma i ricorsi di Antonio Fusco, Daniele Coppi e Matteo Lombardi. altri ricorsi saranno discussi davanti al Riesame

Tornano in libertà tre degli indagati dell’inchiesta Alba Pontina che ha portato all’arresto di 25 persone, 20 in carcere e 5 ai domiciliari, tra esponenenti e affiliati del clan Di Silvio, e che per la prima volta ha portato al riconoscimento dell'esistenza di una mafia autoctona a Latina.  

I giudici del Tribunale del Riesame hanno infatti sciolto la riserva e annullato l'ordinanza di custodia cautelare, disponendo l'immediata liberazione per Antonio Fusco, Daniele Coppi e Matteo Lombardi, difesi dagli avvocati Amleto Coronella, Giuseppe Lauretti, Massimo Basile e Fabrizio D’Amico.

In particolare i giudici hanno annullato l’ordinanza relativa a tre capi di imputazione per “difetto di autonoma valutazione della gravità indiziaria”. Anche altri indagati hanno presentato il ricorso che saranno discussi davanti sempre al Tribunale del Riesame di Roma. 

L’operazione Alba Pontina condotta dalla Squadra Mobile di Latina è scattata lo scorso 12 giugno; sono 45 i capi d'accusa a carico degli indagati, a sette dei quali, componenti del nucleo di comando del clan, viene contestato il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso, per la prima volta riconosciuta a Latina a un'organizzazione criminale locale. Tra gli altri reati contestati: spaccio, estorsione, riciclaggio, violenza privata e intestazione fittizia di beni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alba Pontina, la decisione del Riesame: tre indagati tornano in libertà

LatinaToday è in caricamento