rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
I provvedimenti del questore

Stretta su consumo e vendita di alcolici, nuove regole sul litorale: le ordinanze dei sindaci

Provvedimenti sono stati emanati dai primi cittadini di Formia e Mintunro che interessano i giorni di Ferragosto ma anche le prossime settimane estive. Tutti i provvedimenti adottati

Stretta sul consumo e la vendita di alcolici sul litorale, ed in aprticoalre nel sud pontino. Regole più stringenti e nuovi provvedimenti sono stati adottati a Formia e Minturno non solo per i giorni a cavallo di Ferragosto ma anche per le prossime settimane estive con i sindaci Gianluca Taddeo e Gerardo Stefanelli hanno infatti, emanato delle apposite ordinanze. 

I divieti a Formia 

L’ordinanza firmata dal primo cittadino Taddeo a Fornia dispone il divieto di somministrazione e vendita di alcolici e altre bevande in bottiglia di vetro e in lattina sui litorali della città di Formia nel periodo dal 12 agosto al 4 settembre per ragioni di igiene e sicurezza pubblica. Il provvedimento, si legge, è figlio della considerazione che, sia lungo i litorali, nei tratti di arenile libero, che nelle zone della movida, “sempre con maggiore frequenza è stato rilevato che nelle strade e nelle piazze vengono abbandonati, dopo l’uso, contenitori di bevande in vetro che spesso finiscono per essere rotti per varie cause e lasciati sparsi sul suolo", che "l’abbandono di bicchieri e bottiglie di vetro frantumati potrebbero costituire un potenziale pericolo per l’incolumità degli astanti, oltre che per il personale impegnato nella pulizia e che dal consumo di alcolici e altre bevande potrebbero derivare comportamenti pericolosi per ordine e la sicurezza pubblica”. Nello specifico, con l’ordinanza si vieta sugli arenili, nelle aree e nei giardini del comune qualsiasi “forma di utilizzo improprio, quali bivacco e/o campeggio in qualsiasi forma e con qualsiasi mezzo”; inoltre ai titolari di pubblici esercizi, all’interno degli stessi e nelle pertinenze, e ai titolasi di autorizzazioni per il commercio su area pubblica viene imposto il divieto di vendere per asporto bevande alcoliche di qualsiasi gradazione e analcoliche in contenitori di vetro e in lattina dalle 18 alle 6 e la vendita, la somministrazione e il consumo di alcolici e superalcolici dalle 2 alle 6 nella cosiddetta zona della movida (piazza Tommaso Testa, largo Paone, via Tullia, via Abate Tosri, via Porto Caposele - Pineta di Vindicio - via Tito Scipione - lungomare di Vindicio) e solo per la giornata del 27 agosto dalle 18 alle 6. 

Le regole a Minturno 

Un’ordinanza analoga è stata emanata anche a Minturno dal sindaco Stefanelli che prevede nuove misure a tutela della sicurezza e del decoro urbano, disponendo limitazioni degli orari per la somministrazione di alimenti e bevande per i pubblici servizi, limitazioni per la vendita e il consumo di alcolici, la vendita per asporto do bevande in vetro e ancora limitazioni alle emissioni sonore. Con il provevdimento, che rimarrà in vigore dal 13 al 31 agosto, nello specifico viene disposto: 
1. di vietare a tutti gli esercizi commerciali, artigianali e di intrattenimento turistico, di somministrare o vendere bevande di qualsiasi tipo per asporto o cedere a terzi, a qualunque titolo, in contenitori e bottiglie di vetro dalle ore 20.00 alle ore 6.00 del giorno successivo;
2. di vietare, su suolo pubblico dell'intero territorio comunale (nelle piazze, nelle strade pubbliche o aperte al pubblico transito, nelle aree verdi, ecc.), dalle ore 20.00 alle ore 6.00 del giorno successivo, il consumo di bevande in contenitori di vetro;
3. di vietare la somministrazione di bevande alcoliche oltre le ore 2.00, da riprendersi non prima delle ore 6.00;
4. con riguardo alle attività di intrattenimento musicale e svago, inclusi gli stabilimenti balneari che esercitano dette attività, è fatto divieto, a decorrere dalle ore 02.00 di fare uso di strumenti musicali o comunque di tenere in funzione apparecchiature di riproduzione sonora e musicale all’interno dei locali e nelle relative occupazioni esterne;
5. di vietare l’accensione di falò, fuochi o simili di qualunque;
6. di demandare al Servizio n. 3 del Comune di Minturno, di illuminare con fari le spiagge ritenute più estese del territorio, nell’orario notturno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stretta su consumo e vendita di alcolici, nuove regole sul litorale: le ordinanze dei sindaci

LatinaToday è in caricamento