rotate-mobile
Cronaca Piccarello / Strada Bassianese

Degrado sulla Bassianese, amianto sui capannoni: torna all’attacco il Pd

I due esponenti, Omar Sarubbo e Gioacchino Quattrola, si rivolgono di nuovo all'amministrazione per risolvere la questione "di ordine ambientale e sanitario da risolvere con urgenza"

Torna d’attualità la questione della presenza di eternit sui capannoni lungo via Bassianese a Latina. E a farlo sono il presidente della Commissione Trasparenza e consigliere comunale del Pd, Omar Sarubbo, e il coordinatore del Circolo Pd Latina Centro, Gioacchino Quattrola.

“Sollecitiamo ancora una volta la giunta e la Commissione Ambiente a rispondere ai quesiti posti e ad impegnarsi per risolvere la questione di via Bassianese – affermano Sarubbo e Quattrola - “riaccendono i riflettori sulla questione di ordine ambientale e sanitario da risolvere con urgenza e derivante dallo stato particolarmente usurato delle coperture di eternit dei capannoni (i quali sono della disponibilità del Comune e non della società dei rifiuti) e dagli scarichi di liquidi nei fossi lungo il confine dell’isola ecologica della Latina ambiente”.

La questione è venuta a galla il mese scorso grazie ad un intervento del comitato spontaneo Tullio Cozzi che si è rivolto agli esponenti del Pd per chiedere, dopo anni di solleciti rimasti inascoltati, la riqualificazione sanitaria e ambientale dell’area circostante l’isola ecologica della Latina Ambiente.

“Ricordiamo – afferma Quattrola - che le problematiche che interessano l’area sono molteplici ma in modo particolare i residenti chiedono di rimuovere l’amianto sui capannoni e di porre fine agli sversamenti di liquami nei fossi che circondano le abitazioni”.

Il consigliere Sarubbo ha nel frattempo prodotto alcuni atti necessari a ottenere la giusta attenzione da parte dell’amministrazione comunale. “Il 24 agosto – ricorda il consigliere comunale - ho prodotto un’interrogazione urgente a risposta scritta all’assessore all’ambiente Fabrizio Cirilli nella quale chiedevo all’assessore se fosse al corrente della grave problematica esposta e cosa intendesse fare per risolverla. Sono passati 25 giorni e ancora non abbiamo avuto risposta. Il 31 Agosto – ricostruisce ancora il presidente - ho protocollato la richiesta alla Commissione Ambiente, presieduta da Corrado Lucantonio, di convocazione di una urgente seduta ad hoc per risolvere il problema. Anche in questo caso non ho avuto risposta alcuna”.

“Andiamo incontro all’autunno e aumenteranno le piogge – concludono Omar Sarubbo e Giocchino Quattrola - e dunque la probabilità che altri pezzi di amianto cadano al suolo e che i liquami aumentino di volume. Senza ulteriori polemiche chiediamo e auspichiamo che la situazione sia risolta e sia ripristinata la salubrità dei luoghi in via Bassianese".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado sulla Bassianese, amianto sui capannoni: torna all’attacco il Pd

LatinaToday è in caricamento