Truffano un'anziana con un falso incidente stradale: denunciati in due

E' accaduto a Priverno dove una pensionata era rimasta vittima, lo scorso gennaio, di una truffa. I carabinieri sono risaliti ai due responsabili: un ragazzo 29enne di Napoli e una donna rumena di 35 anni

Sono riusciti a sottrarre a un’anziana donna la somma di 3mila euro, mettendo in atto una truffa. E’ accaduto a Priverno, dove risiede la vittima, e i carabinieri della stazione locale, dopo un’attività investigativa scaturita dalla denuncia dell’anziana, sono riusciti a risalire all’identità dei due responsabili e a denunciarli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta di un ragazzo di 29 anni della provincia di Napoli e di una donna di 35 anni di nazionalità rumena. I due, a gennaio scorso, si erano presentati in casa della pensionata qualificandosi come dipendenti di uno studo legale incaricato della difesa di un parente della signora che era rimasto coinvolto in un incidente stradale. Il sinistro stradale in reatà non era mai avvenuto e i due non erano altro che truffatori. Ma la pensionata aveva acconsentito a consegnare 3mila euro in contanti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

  • Coronavirus Latina: due nuovi casi positivi in provincia. Muore una donna al Goretti

  • Coronavirus: nel Lazio 21 nuovi casi, in provincia 544 contagi totali

Torna su
LatinaToday è in caricamento