rotate-mobile
CRONACA

Minacce di morte e botte alla ex moglie: l'incubo finisce con un arresto

La donna si è rivolta di nuovo alla polizia e ha chiesto aiuto. Le aggressioni e le violenze anche davanti ai figli minori

Con la scusa di riprendere il cane è andato a casa della ex moglie e una volta lì l'ha aggredita fino a farla finire in ospedale. L'ennesimo episodio di maltrattamenti arriva da Anzio, dove gli agenti di polizia del commissariato locale hanno arrestato un 39enne, già in passato denunciato dalla donna per le sue violenze. Anche in questo ultimo episodio la vittima ha chiesto aiuto alle forze dell'ordine e i poliziotti hanno accertato che il rapporto tra i due era finito nel 2021, proprio a causa delle continue aggressioni consumate in casa.

In diverse occasioni il marito, tornando a casa ubriaco, la aggrediva fisicamente e verbalmente e in una circostanza era arrivato a colpirla con una roncola. Violenze costanti che avvenivano anche davanti ai figli minori della coppia, costretti ogni volta, a fuggire di casa insieme alla madre. Una decina di giorni fa l'ultimo episodio: l'uomo ha reiterato le sue minacce di morte nei confronti dell'ex moglie mandandole messaggi sul telefono. Dopo la denuncia della vittima, i poliziotti si sono presentati in casa del 39enne e hanno rinvenuto e sequestrato un machete di 50 centimetri e un coltello a serramanico. L'uomo è finito di nuovo agli arresti per maltrattamenti in famiglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce di morte e botte alla ex moglie: l'incubo finisce con un arresto

LatinaToday è in caricamento