rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
L'attività dell'Arma

“Sono il corriere devo consegnare un computer”: anziana truffata con il finto pacco per la figlia

A scoprire i due truffatori i carabinieri che ad Anzio hanno arrestato una donna e un uomo a cui la vittima aveva consegnato oggetti in oro per 3mila euro

Fingendosi corriere che doveva consegnare un pacco per la figlia un uomo di 35 anni ha truffato un’anziana ad Anzio ma è finito in manette insieme alla sua complice, una giovane 30enne. Tutto è accaduto nella zona di Lavinio - Lido di Enea dove la coppia è entrata in azione raggirando una donna di 82 anni e dove sono intervenuti i militari del Nucleo Investigativo di Frascati e quelli della locale Compagnia.

Secondo quanto ricostruito dall’Arma, la vittima è stata contattata telefonicamente da un individuo che la preavvisava che un corriere di lì a poco si sarebbe recato a casa sua per consegnarle un computer portatile acquistato online dalla figlia e, pertanto, la invitava a saldare il corrispettivo. La donna, tratta in inganno dall'interlocutore, dopo aver ritirato il pacco dal presunto corriere e non essendo in possesso della somma contante richiesta per il pagamento, ha consegnato una busta con tutti gli oggetti in oro che aveva in casa, per un valore di circa 3.000 euro. Ad aspettare fuori dall'abitazione dell'anziana, però, c'erano i carabinieri che stavano tenendo d'occhio la coppia e che, dopo aver atteso che il falso corriere risalisse a bordo del veicolo a noleggio utilizzato per la consegna, lo hanno fermato insieme alla giovane donna mentre cercavano di allontanarsi.

Al termine delle perquisizioni i due, entrambi di Napoli, sono stati trovati in possesso di tre telefoni cellulari e della busta contenente tutto l'oro ricevuto poco prima dall'82enne. La coppia è stata quindi accompagnata in caserma, dove il 35enne è stato riconosciuto dalla vittima come colui che si era recato a casa sua spacciandosi per il corriere e che aveva ricevuto i preziosi in cambio del pacco consegnato che aperto conteneva solo carta di giornale.

Gli arrestati, come disposto dal pubblico ministero di turno della Procura di Velletri, sono stati condotti in Tribunale per la convalida. L'arresto è stato convalidato per entrambi, la donna è stata rimessa in libertà, l'uomo ai domiciliari in attesa del processo.

L'auto ed i telefoni cellulari in uso alla coppia sono stati sottoposti a sequestro mentre l'oro recuperato è stato subito restituito all'anziana vittima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Sono il corriere devo consegnare un computer”: anziana truffata con il finto pacco per la figlia

LatinaToday è in caricamento