menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cambio appalto per la gestione di cani e gatti randagi: la Animal Service porta la Asl in tribunale

La ditta parla di clausole escludenti che non le hanno consentito di partecipare al bando. La gara vinta dalla Dog's Town srl di Caserta

Dal 1° ottobre la nuova società Dog's Town srl di Caserta è subentrata nella gestione del servizio di cattura e trasporto cani e gatti randagi di competenza della Asl Latina. Sul caso interviene però la vecchia ditta, Animal Service sas che annuncia di aver dato mandato ai suoi legali, Corrado de Simone, Chiara De Simone e Massimiliano Bruno, di promuovere un'azione legale contro la Asl di Latina, "al fine - spiega la stessa ditta - di far luce sulla vicenda oltre che di tutelare la nostra posizione di società uscente del servizio in oggetto".

La vechia ditta solleva delle perplessità sul nuovo affidamento, relative soprattutto al prezzo posto a base della stessa gara che, secondo Animal Service, "non tiene affatto conto del reale numero degli interventi e delle prestazioni da dover espletare". "Una circostanza fondamentale - continua la ditta - atteso che la nostra società, la Animal Service s.a.s., non ha potuto partecipare alla gara proprio per l’impossibilità di formulare un’offerta congrua e sostenibile rispetto al servizio richiesto; d’altra parte è oggettivamente singolare che sia pervenuta solo l’offerta della Dog’s Town s.r.l."

"Inoltre - spiegano ancora - non è dato sapere la motivazione per cui la Asl non ha voluto rispettare, durante tutte le la fasi di gara, i principi cardine del diritto comunitario degli appalti, ovvero la pubblicità, la trasparenza e la correttezza, non rendendo pubblica e trasparente la procedura di apertura delle buste e non consentendo la nostra partecipazione neppure in qualità di uditore. Per tutti questi motivi, sono state anche fatte diverse segnalazioni all’Anac che, ad oggi, non è stata in grado di fornirci una risposta".

Sono dunque pendenti due procedimenti giudiziari amministrativi: uno relativo al rigetto della richiesta di accesso agli atti, l'alto all'impugnativa del bando di gara che conterrebbe clausole escludenti. "Risulta troppo strano - puntualizza la Animal Service - come possa essere ora garantito un servizio 24 ore su 24, su tutto il territorio della provincia di Latina, con un così modesto impiego di mezzi e persone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento