Appello del sindaco per Carmine Sciaudone, il ragazzo detenuto ingiustamente a Bali

In una lettera al presidente del Consiglio Gentiloni e al ministro degli Esteri Alfano si chiede di intervenire per il giovane di Latina, assolto dall'accusa di immigrazione clandestina ma ancora rinchiuso in carcere

Un appello al presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e al ministro degli Esteri Angelino Alfano. Lo firma il sindaco Damiano Coletta per metterli a conoscenza del caso di Carmine Sciaudone, il ragazzo di Latina detenuto da circa un anno a Bali, nonostante sia stato asslto dall’accusa di immigrazione clandestina.

“Carmine – scrive il sindaco – è rinchiuso nel penitenziario di Kerobokan sull’isola indonesiana da circa un anno, sta scontando la sua pena lontano da casa e dagli affetti, in condizioni fisiche e di salute precarie. E’ stato arrestato nel maggio 2016 a Bali, con l’accusa di aver lavorato essendo in possesso solo di un visto turistico. Carmine è stato fotografato nell’atto di sistemare un proiettore in uno yacht privato a bordo del quale si trovava come ospite. Questa è l’attività che gli è stata contestata”.

“Il processo a suo carico - si legge ancora nella lettera del sindaco - si è concluso il 17 novembre con l’assoluzione e la disposizione al rilascio immediato. Tuttavia Carmine non verrà mai rilasciato, al contrario viene portato in un’altra prigione dove si trova a tutt’oggi in attesa di un processo d’appello”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coletta ha quindi deciso di rivolgere un appello al Capo del Governo e al titolare della Farnesina dopo aver incontrato il papà di Carmine, da cui ha appreso che il ragazzo si trova in condizioni di salute psico-fisica preoccupanti. Al premier e al ministro Alfano il sindaco chiede di prendere in considerazione il caso del nostro giovane concittadino e l’eventualità di intervenire nel rispetto del diritto alle cure e della tutela della dignità dovuti ad ogni essere umano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i contagi non si fermano: 139 nuovi casi nel Lazio e 11 in provincia

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

  • Coronavirus Latina, nuovo picco di contagi: altri 30 positivi in provincia

  • “Spregiudicato e di grande caratura criminale”: ecco chi è Luciano Iannotta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento