Aprilia, in sosta sullo stallo per i disabili: ripreso aggredisce agente della Polizia Locale

Il vigile urbano spintonato, insultato e minacciato: aveva chiesto di spostare il veicolo all'automobilista che è stato denunciato. Cisl FP: “Episodi sempre più frequenti. Vogliamo provvedimenti e pene più severe”

Agente della Polizia Locale aggredito ad Aprilia. A denunciare l’episodio la Cisl Funzione Pubblica. Il vigile urbano è stato spintonato a terra, insultato e minacciato da un automobilista a cui era stato intimato di spostare il suo veicolo fermo su un posto riservato ai disabili. Ha riportato ferite giudicate guaribili dai medici del pronto soccorso in 7 giorni. Denunciato a piede libero l’automobilista per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e minacce.

“Esprimiamo piena solidarietà al collega – afferma Giancarlo Cosentino, coordinatore nazionale della Cisl FP della Polizia Locale – e ribadiamo come gli episodi di violenza, minaccia e aggressione verso agenti di Polizia Locale in servizio e dei dipendenti pubblici in generale, siano sempre più frequenti, e pertanto non possono più essere tollerati necessitando di provvedimenti e pene più severe di quelle vigenti”.

“A pochi giorni dal ferimento di quattro agenti a Velletri, aggrediti da un uomo ubriaco e drogato, e dopo che analoghi casi si sono verificati nel corso dell’anno in molti comuni – afferma Cosentino – non è più tollerabile che agenti di Polizia Locale siano in servizio in strada senza una completa dotazione di dispositivi di sicurezza e protezione o, come in questo caso ad Aprilia, che prestino addirittura servizio in strada da soli. Nello stesso comune in pochi anni si sono già verificati altri casi, denunciati sempre dalla Cisl FP, come quello di una collega aggredita mentre prestava servizio sempre da sola dinanzi ad una scuola ed a due colleghi che avevano fermato un automobilista che guidava a forte velocità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Invieremo una richiesta di incontro urgentissimo al sindaco Antonio Terra ed al comandante, affinché siano forniti immediatamente adeguati strumenti di autodifesa; attualmente gli agenti sono privi dell’arma di ordinanza e dispongono solo di manette e spray antiaggressione, chiederemo la fornitura di guanti a giubbetti antitaglio ma soprattutto che i servizi siano espletati con due agenti, come peraltro avviene negli altri comuni. Chiediamo ancora una volta che il Comune di Aprilia si costituisca parte civile dato che inspiegabilmente fino ad oggi non ci risulta lo abbia mai fatto per episodi analoghi. Se non saremo convocati annunciamo fin d’ora un’assemblea con i lavoratori e l’attivazione di tutte le iniziative sindacali e legali al fine di tutelare la sicurezza degli agenti e ufficiali della Polizia Locale di Aprilia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Incidente a Sabaudia sulla Migliara 53, scontro tra auto e furgone: muore un ragazzo, due feriti

  • Coronavirus Latina, 126 nuovi casi. Sotto osservazione zone della movida e coprifuoco

  • Coronavirus: nel Lazio 1541 nuovi casi e 10 decessi. In provincia il secondo dato più alto di sempre

  • Coronavirus, 1687 nuovi casi nel Lazio e 9 morti. E' massima allerta

  • Coronavirus, ancora 124 contagi in provincia e un altro morto. Ottavo decesso in otto giorni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento