menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Knockout game" ad Aprilia: il sindaco riceve la vittima e lancia una campagna di raccolta fondi

Il ragazzo è uscito dall'ospedale dopo essere stato colpito da un gruppo di cinque giovani. Ha perso i sensi e riportato gravi ferite maxillofacciali

Il sindaco di Aprilia Antonio Terra ha ricevuto in Comune, in Piazza Roma, il ragazzo che nei giorni scorsi è rimasto vittima dell'episodio di bullismo, per un folle gioco, il "knockout game". 

All'incontro erano presenti anche l’assessore alla Pubblica Istruzione Elvis Martino e il consigliere Davide Zingaretti. Il ragazzo era finito in ospedale ed è stato dimesso nei giorni scorsi. Il primo cittadino ha ascoltato il racconto della serata in cui il giovane è stato colpito da un gruppo di cinque giovanissimi, perdendo i sensi e riportando gravi ferite maxillofacciali. Ha ribadito alla vittima e alla sua famiglia la solidarietà e la vicinanza non soltanto dell’amministrazione comunale ma di tutta la città.

“Abbiamo ascoltato le parole rassicuranti della mamma, che ringrazia la città di Aprilia per il calore e la vicinanza mostrata in occasione di questo terribile episodio – ha commentato il primo cittadino a margine dell’incontro – il nostro tessuto sociale è anche questo: persone e realtà che sanno far tesoro dei legami e della solidarietà, anche per affrontare momenti di sofferenza e difficoltà, specie se causati dall’irresponsabilità e dalla violenza di alcuni”. Dopo l’incontro, con una delibera approvata dalla Giunta, il Comune di Aprilia ha deciso di avviare una raccolta fondi online per poter aiutare la famiglia a sostenere le spese mediche e odontoiatriche necessarie a sanare gli effetti delle lesioni subite dal ragazzo.

A partire dai prossimi giorni, tutte le persone che volessero contribuire, potranno farlo donando una somma attraverso il portale Rete del Dono: il link esatto sarà comunicato nella giornata di domani. Sarà possibile effettuare una donazione con carta di credito, PayPal, Satispay o bonifico bancario. La campagna è gestita in totale trasparenza: sul portale sarà possibile visionare la somma raccolta e le singole donazioni effettuate. Al termine della campagna, i fondi raccolti verranno consegnati alla famiglia del ragazzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento