Aprilia, minaccia di fare del male al figlio della cugina: bambino salvato dai carabinieri

L'allarme questa mattina intorno alle 12. Un militare si è calato dal tetto e ha liberato il piccolo chiuso in una stanza

Ha chiuso a chiave in una stanza il figlio della cugina, un bambino di 4 anni al quale stava facendo da baby sitter. Poi, in forte stato confusionale, ha preso il telefono e chiamato la parente, madre del bimbo, ferneticando frasi sconnesse e minacciando di fare del male al piccolo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'allarme è scattato questa mattina ad Aprilia, intorno alle 12,20. La mamma ha immediatamente avvisato i carabinieri del Reparto territoriale spiegando che la donna aveva intenti violenti nei confronti del figlio. Mentre gran parte dei carabinieri erano impegnati nell'omicidio che si è consumato a Cisterna, il capitano della stazione di Aprilia ha raggiunto l'abitazione, si è calato dal tetto di una casa vicina ed è riuscito ad entrare nella stanza dove il bambino era rinchiuso. Lo ha liberato e ha poi preso in custodia la donna, di 28 anni, che è stata sottoposta a un accertamento sanitario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Incidente a Sabaudia sulla Migliara 53, scontro tra auto e furgone: muore un ragazzo, due feriti

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

  • Coronavirus Latina, 126 nuovi casi. Sotto osservazione zone della movida e coprifuoco

  • Coronavirus, 1687 nuovi casi nel Lazio e 9 morti. E' massima allerta

  • Coronavirus: nel Lazio 1541 nuovi casi e 10 decessi. In provincia il secondo dato più alto di sempre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento