rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Aprilia

Aveva malmenato un bracciante, imprenditore agricolo rinviato a giudizio

Il titolare dell'azienda di Campoverde è accusato di sfruttamento di manodopera. L'aggressione all'indiano che chiedeva di essere pagato

Aveva malmenato un lavoratore indiano che chiedeva di essere pagato per il lavoro svolto. Ieri mattina Fabio Longobardi, titolare di un’azienda agricola di Campoverde, è stato rinviato a giudizio con l’accusa di sfruttamento della manodopera: il processo a suo carico prenderà il via il 26 settembre prossimo davanti al giudice monocratico del Tribunale di Latina Francesca Coculo.

I fatti risalgono al 5 settembre 2020 e a dare notizia dell’accaduto era stata la Uila di Latina che raccogliendo la segnalazione del rappresentante della comunità indiana del Lazio, Gurmukh aveva riferito di come il giovane operaio agricolo indiano fosse stato malmenato e costretto a ricorrere alle cure del pronto soccorso dell’ospedale di Aprilia dove era stato medicato e dimesso con una prognosi di sette giorni. Il tutto per avere rivendicato il pagamento del lavoro svolto.

Questa mattina Longobardi, assistito dall’avvocato Paolo Silipo, è comparso davanti al giudice per l’udienza preliminare Mario la Rosa: in aula l’avvocato Michele Saveriano ha chiesto e ottenuto la costituzione di parte civile della vittima.

Al termine della camera di consiglio il gup ha accolto la richiesta del pubblico ministero Valentina Giammaria e rinviato a giudizio l’imprenditore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aveva malmenato un bracciante, imprenditore agricolo rinviato a giudizio

LatinaToday è in caricamento