menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minacce continuate e schiaffi per avere 7mila euro, condanna a quattro anni e quattro mesi

Il 33enne di Cori è stato riconosciuto colpevole di estorsione: prima le telefonate di minaccia, poi è passato alle mani

E’ stato condannato a quattro anni e quattro mesi di carcere per avere estorto ad una persona di sua conoscenza, minacciandola, oltre 7mila euro.

La sentenza l’ha emessa il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina Giorgia Castriota a conclusione del processo, svoltosi con rito abbreviato, a carico di Alessio Mozzetti, 33enne residente a Cori.

Secondo la ricostruzione dell’accusa nel periodo compreso tra il 27 agosto e il 20 novembre 2019 l’imputato avrebbe fatto una serie di telefonate alla vittima – residente a Aprilia – per poi presentarsi sotto la sua abitazione e sul posto di lavoro minacciandolo di morte, minaccia contenuta anche su alcuni biglietti lasciati sull’auto. Infine la vittima sarebbe stata presa a schiaffi e spintonata tanto da pagare alla fine i 7130 euro richiesti da Mozzetti.

Questa mattina in aula la difesa ha sostenuto che quella somma in realtà era un vecchio credito vantato dall’imputato ma il giudice, a conclusione della camera di consiglio, ha condannato il 33enne a quattro anni e quattro mesi di carcere per estorsione.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento