rotate-mobile
Cronaca Aprilia

Discarica di Aprilia: no della Regione al progetto presentato dalla società Paguro

Cauta soddisfazione del Comune: "La città già ospita impianti che raccolgono i rifiuti arrivati da fuori provincia"

Arriva il diniego da parte della Direzione regionale Aia al progetto della discarica di Aprilia presentato dalla Paguro. Una notizia che l'amministrazione comunale accogliecon "soddisfazione e prudenza".  Si tratta, spiega il Comune, del secondo parere negativo dopo quello relativo al primo progetto presentato dalla società e già bocciato nel 2017.

"Lo abbiamo sostenuto fin dalla prima conferenza dei servizi, ribadito nella seconda e siamo pronti per la terza - si legge in una nota del Comune - il progetto presentato dalla società Paguro di “Bonifica e rinaturalizzazione attraverso sovvalli” è un progetto di discarica. È scritto nella stessa proposta della società: il progetto è finalizzato alla bonifica del sito e allo smaltimento in sito di rifiuti provenienti dalla bonifica per l’abbancamento di sovvalli provenienti da altri siti in bonifica e da derivati da materiali residuali da Tmb. Sappiamo bene - prosegue l'amministrazione - che la nostra provincia necessita di una discarica di servizio per la chiusura del ciclo dei rifiuti. Ma siamo disposti a ripeterlo fino alla nausea: questa discarica non può farsi ad Aprilia che già oggi ospita impianti che raccolgono rifiuti che provengono anche da fuori provincia".

"Proprio in questi giorni - si legge ancora nella nota - leggiamo della decisione dell’amministrazione Capitolina di inviare ulteriori tonnellate di rifiuti proprio qui ad Aprilia. Tutto questo non è accettabile. Non lo era ai tempi di Virginia Raggi, non lo è oggi con Roberto Gualtieri. Tutte queste istanze vengono rivendicate da anni dal Consiglio comunale all’unanimità. Chiederemo lo stesso impegno per la tutela del nostro territorio al nuovo consiglio provinciale, in procinto di essere eletto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica di Aprilia: no della Regione al progetto presentato dalla società Paguro

LatinaToday è in caricamento