Martedì, 16 Luglio 2024
L'attività investigativa / Aprilia

Indagine su droga e valori bollati contraffatti: scatta l'operazione dei carabinieri

Due misure cautelari scaturite dall'attività di indagine dopo gli omicidi di Fabrizio Moretto ed Erik D'Arienzo. Dieci le persone indagate

Un'ordinanza cautelare personale emessa dal gip del tribunale di Latina su richiesta della procura è stata eseguita questa mattina, 10 novembre, ad Aprilia dai carbinieri del comando provinciale, nei confronti di due persone ritenute responsabili del reato di spaccio di stupefacenti e, una sola delle due, anche di detenzione e spendita di valori bollati contraffati. 

Perquisizioni con i cani antidroga nelle abitazioni- Il video

Le indagini sono state condotte dai carabinieri del Nucleo investigativo di Latina sotto la direzione della procura, nell'ambito delle attività investigative scaturite dai due omicidi avvenuti nel 2020, quello di Erik D'Arienzo e quello di Fabrizio Moretto. 

Gli accertamenti sono stati svolti con servizi di osservazione affiancati da attività tecnica di intercettazione e da riscontri mirati e hanno consentito di scoprire, nel corso dell’anno 2021, che in più occasioni gli indagati detenevano e cedevano al dettaglio cocaina e hashish una serie di acquirenti e assuntori.L’attività investigativa ha consentito altresì di accertare come uno dei due indagati acquistasse, detenesse e mettesse in circolazione valori di bollo contraffatti.

Le misure cautelari disposte dal gip Mario La Rosa, scattate per Antonio Arena, 74enne originario di Palermo e residente ad Aprilia, e Giuseppe Corvino, 73enne nato a Casal di Principe, riguardano l'obbligo di presentazione quotidiano alla polizia giudiziaria e rientrano in una più vasta attività di indagine che vede indagate complessivamente 10 persone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagine su droga e valori bollati contraffatti: scatta l'operazione dei carabinieri
LatinaToday è in caricamento